Magazine Cultura

Classifica inglese:gli Script salgono in prima posizione.Focus su Eric Clapton(n.7) e Labrinth(singolo al n.3)

Creato il 06 ottobre 2010 da Lesto82

Gli Script guadagnano una posizione e si accomodano al primo posto della classifica inglese degli album.Al secondo posto entra il dj/produttore Mark Ronson con "The Record Collection"(presto un post su di lui) che precede Phil Collins sceso alla 3.Al quarto posto entra la banda militare Central Band Of Raf con "Reach For the Skies".Kt Tunstall è tornata con "Tiger Suit" che si ferma in quinta posizione(ed il singolo "(Still A) Weirdo" alla 39).Al settimo posto troviamo il nuovo cd di Eric Clapton intitolato semplicemente "Clapton" in cui il cantante/chitarrista propone un mix di inediti e cover.Vi propongo un file audio che riguarda l'ultimo lavoro e due video dal vivo in cui interpreta i suoi successi del passato.Alla 18 vi segnalo il nuovo disco del cantautore folk-rock canadese Neil Young "Le Noise",ben accolto dalla critica.Dal sito della BBC RADIO 1 scopriamo anche chi è in vetta alla single-chart.C'è il rapper inglese Tinie Tempah feat. Eric Turner con "Written In The Stars",canzone r&b-pop con sfumature rock che a me è piaciuta fin dal primo ascolto.Scende al secondo posto Bruno Mars,mentre alla 3 entra un amico di T.T. ovvero Labrinth al suo primo singolo in assoluto.Si intitola "Let The Sun Shine" la canzone con cui il 21enne cerca di emergere e devo dire che questa base soft-electro non è niente male.Al quarto posto arriva nelle zone alte dopo 2 anni il singolo "Make You Feel My Love" di Adele(cover di Bob Dylan).Taio Cruz con "Dynamite" scende al quinto posto.Alla 12 entra la nuova di Kylie Minogue "Get Outta My Way" ,mentre i Wombats di cui vi ho parlato qualche giorno fa sono alla 23 con "Tokyo".

eric clapton cd.jpg
ERIC CLAPTON - MY FATHER'S EYES - 1998 - live
guarda
ERIC CLAPTON - WONDERFUL TONIGHT - 1978 - live
guarda
ERIC CLAPTON - TRAVELIN' ALONE - cover di Melvin Jackson - anni '50

LABRINTH CD.jpg
LABRINTH - LET THE SUN SHINE


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog