Magazine Diete

Come gestire la fame nervosa?

Da Andy04 @stilegamesnews

Come gestire la fame nervosa?
Avete già provato a seguire una dieta dimagrante per dire addio ai chili di troppo? Sicuramente sapete quanto sia difficile resistere alle tentazioni e alle gratificazioni offerte dai dolci. Recentemente sono stati pubblicati dei dati effettuato da un gruppo di nutrizionisti italiani, interessati a scoprire i motivi per cui capti mangiare anche se in realtà non si ha molta fame.

Ai giorni nostri si mangia, anche se si è sazi semplicemente per il piacere di farlo, gli studiosi hanno cercato di comprendere quali sono i meccanismi che si attivano nell’organismo e che con il passare del tempo creano l’obesità. In molte nazioni, soprattutto negli Stati Uniti, si parla realmente di epidemia ma anche in Europa le taglie extra large sono tornate di moda.

Grazie ai risultati ottenuti in collaborazione con il gruppo di ricerca sugli endocannabinoidi, suggeriscono che il bisogno di gustare un succulento gelato con panna alla fine del pasto è semplicemente per avere una soddisfazione personale. Gli esperti hanno preso in esame in gruppo di uomini e di donne senza disturbi alimentari.

Nel primo esperimento il gruppo è stato invitato a consumare una colazione da 300 chilocalorie, composta al 77% da carboidrati, al 10% da proteine e al 13% da grassi. In seguito è stato chiesto a queste persone di quantificare il livello di appetito, dopo 1 ora ogni partecipante ha consumato un piatto senza sapore ma con le stesse calorie e la stessa distribuzione di nutrienti. Tutti i partecipanti, dopo aver consumato il preparato insapore, si sono dichiarati sazi, tuttavia, dopo 1 ora nessuno ha esitato ad approfittare del fuori pasto e anche in quantità maggiori rispetto alla prima volta.

Perché succede questo? A causa del dosaggio dell’ormone grlina e di uno specifico cannabinoide naturale nel sangue che aumenta in maniera significativa la voglia di mangiare. Il corpo umano è stato programmato per acquisire il maggior numero di calorie in vista di eventuale carestie e il sapore dei cibi in tutto questo svolge un ruolo molto importante. Dunque la fame può essere sì una risposta alla necessità di nutrirsi, ma può venire anche dalla semplice vista degli alimenti che riteniamo invitanti.

Come tenere a bada la fame nervosa? Il metodo migliore è quello di integrare nella vostra dieta, 2 quadretti di cioccolata fondente a metà mattina, un succo di frutta senza zuccheri e un sorbetto alla frutta, un gelato o un pezzo di torta dopo i pasti. Infatti, dovete considerare che l’eccessiva rigidità di una dieta a volte può creare problematiche da non sottovalutare nella buona riuscita dell’alimentazione, creando un circolo vizioso che porta solamente a mangiare di più.

Per questo motivo se volete mettervi seriamente a dieta, dovete per forza procedere con l’aiuto di un nutrizionista che vi aiuterà a gestire al meglio la vostra alimentazione senza particolari problemi. senza l’aiuto di un esperto di nutrizione, sarà difficile riuscire a ottenere risultati ottimali e adatti a ogni genere di esigenza.

Pronti a iniziare l’estate con una marcia in più che vi permetterà di sentirvi bene psicologicamente e mentalmente?
attendiamo i vostri commenti sulle vostre esperienze personali.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :