Magazine Cultura

Comunicato stampa da Wikimedia Italia :10 domande alla SIAE

Creato il 16 luglio 2011 da Cavaliereoscurodelweb
Question mark made of puzzle pieces
Articolo da Wikimedia Italia
Milano, 15 luglio 2011
L'Associazione Wikimedia Italia è felice di notare come la SIAE abbia ancora una disponibilità finanziaria sufficiente per acquistare pagine di pubblicità sui quotidiani e porre agli italiani dieci domande. Nella nostra associazione purtroppo non siamo così ricchi; abbiamo però preparato anche noi dieci domande in risposta alle loro. Chissà se qualcuno risponderà!

Le 10 domande alla SIAE

  1. Perché la SIAE continua a non distinguere tra proprietà intellettuale e sua remunerazione, facendo credere che quest'ultima sia obbligatoria e impedendo all'autore di scegliere se e come farsi pagare?
  2. Perché la SIAE continua a parlare di "furto" della proprietà intellettuale (cioè lo spacciare per propria l'opera creata da altri), quando in realtà spesso si tratta solo di virtuale ed eventuale mancato incasso delle royalties?
  3. Perché la SIAE ritiene che l'immissione illegale di opere protette da copyright non possa essere perseguita e punita dalla magistratura (unico organo costituzionalmente preposto all'amministrazione della giustizia), come ogni altro illecito, e plaude al provvedimento AGCOM che porta in pratica alla giustizia faidatè?
  4. Come si pone la SIAE di fronte agli enti che offrono connessioni WiFi gratuite, e che potrebbero così implicitamente contribuire al download illegale di contenuti?
  5. Perché la SIAE ottiene soldi (il cosiddetto equo compenso) dai supporti di memorizzazione, indipendentemente dall'uso che ne farà l'acquirente? Dove sarebbe il servizio specifico da lei prestato e che dovrebbe essere remunerato ?
  6. Perché ci sono molte aziende e servizi (iTunes, BookRepublic, Sugaman...) che operano nel settore della cultura e che riescono tranquillamente a sfruttare Internet per il proprio lavoro, mentre la SIAE non sembra riuscirci? E perché – oltretutto – tale incapacità dovrebbe essere fatta pagare agli utenti della rete?
  7. Perché nessuno si chiede perché la SIAE voglia creare una contrapposizione tra autori e produttori di contenuti e utenti?
  8. Perché la SIAE non vuole nemmeno sentir parlare delle licenze d'uso Creative Commons, che nelle loro varie versioni danno al produttore di contenuti la libertà di scegliere se e come ottenere quella che lui ritiene un'equa remunerazione per la propria opera tutelando al tempo stesso la proprietà intellettuale?
  9. Perché l'industria italiana della cultura si arrocca su posizioni di rendita nate secoli fa, e non si rinnova per creare contenuto e valore sfruttando le tecnologie attuali che ampliano enormemente il mercato ma richiedono uno sforzo iniziale per adeguarcisi?
  10. Perché in Italia c'è un monopolio di fatto (vedi articolo 180 della legge 63/1941) della SIAE, e gli autori sono sostanzialmente costretti a iscriversi a SIAE per tutelarsi?

Fonte:Wikimedia Italia


Autori:Vari


Licenza:Licenza Creative Commons
Questo opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.


Articolo tratto interamente da Wikimedia Italia
Photo credit Horia Varlan caricata su Flickr Licenza foto:Creative Commons

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Italia!

    Italia!

    ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”, CLICCANDO IN FONDO A QUESTA PAGINA! Dedicato all’Italia diffusa, all’Italia dei Talenti che restano per combattere, che... Leggere il seguito

    Da  Fugadeitalenti
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Bravo Ma Basta Film Festival: Comunicato Stampa

    Per chi non lo conoscesse, ricevo e pubblico il comunicato ufficiale: Ciao a tutti, il Bravo Ma Basta si avvicina e vorremmo cogliere l'occasione per ricordare ... Leggere il seguito

    Da  Scenamadre
    CINEMA, CULTURA
  • Italia

    Italia

    Se ne vadano coloro che non vogliono sentire l'inno, coloro che ancora polemizzano sul passato senza vedere il presente, senza capire l'oggi, senza rivendicare... Leggere il seguito

    Da  Alesan
    SOCIETÀ
  • Comunicato stampa

    A volte uno è arrabbiato, deluso, si lascia prendere dallo sconforto... sembra che giri tutto male. Le guerre, gli incidenti, la crisi, la disoccupazione e... Leggere il seguito

    Da  Alesan
    SOCIETÀ
  • Italia

    Italia

    Il 17 marzo scorso si è festeggiato il 150mo anniversario della nostra beneamata patria. L'evento, come da tradizione tutta italiana, non poteva che provocare... Leggere il seguito

    Da  Gloutchov
    CULTURA
  • Matrimonio gp publishing/d-visual: comunicato ufficiale

    Matrimonio publishing/d-visual: comunicato ufficiale

    gp publishing Con un breve ma esaustivo post sulla loro pagina facebook la GP Publishing ha ufficializzato le voci che vi avevo riportato alcuni giorni fa... Leggere il seguito

    Da  Comixfactory
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI

Dossier Paperblog

Magazines