Magazine

Confrontiamoci con altri gattador

Creato il 15 gennaio 2011 da Maricappi
La mia amica Bea ha un gattador che si chiama Aperol, perché rosso di pelo, ha pressappoco la stessa età di gattador-Miley.A volte ci troviamo a raccontare le stranezze di questi buffi animali e scopro che un po’ tutti i gattador sono degli spiritosoni mattacchioni, con mio gran sollievo devo dire, perché credevo che io avessi in casa un extraterrestre-gattador.Bea mi racconta di come Aperol ciondoli su ogni mobile della casa e della sua particolare predisposizione a ciondolare sulla TV e recitare con i personaggi dello schermo, un attore nato, interagendovi giocosamente con la zampa.Aperol ha scoperto la TV interattiva. Di come ami, come la mia d'altronde, il letto della sua ex padrona, perché come già stabilito, i padroni sono loro, e di come ci si catapulti sopra quando trova la porta della stanza da letto aperta.E di come amino il rischio. Cosa rischiano?

Aperol, quando era più piccolo, nel tentativo di balzare da una finestra all’altra dello stesso appartamento, non si è accorto che era chiusa per cui ha sbattuto contro il vetro ed è scivolato di sotto, tipo Willy Coyote quando rincorre Beep Beep e finisce inevitabilmente contro un muro, una roccia o sotto un dirupo. Aperol si è fatto due piani nel vuoto, senza grosse conseguenze fortunatamente, ha aperto il suo gattador-paracaduty. Mentre Miley, ama passeggiare con il suo peluche, testa di gatto color arancione targato IKEA, sull’inferriata del balcone.Caso vuole che perda l’equilibrio e finisca, lei e la testa di gatto, nel giardino di sotto: volo di un piano, senza conseguenze, anzi, pare che abbia addirittura apprezzato a tal punto che spesso ci riprova utilizzando testa di gatto IKEA come gattador-paracaduty.Ho dovuto scavalcare l’inferriata del giardino e prenderla con forza per riportarla a casa perché l’inquilino di sotto non c’era, con tutto il vicinato che mi guardava incredulo per questa mia stranezza e per la mia ira di fronte all’indifferenza di gattador-Miley, neanche i suoi prelibati croccantini sono riusciti a dissuaderla e farle prendere la strada di casa.Certo che gattador-Miley la fa semplice, cadere nel giardino di un inquilino peraltro scomodo, io non mi sarei mai sognata di fare una cosa del genere, mentre lei non si fa problemi e costringe anche me ad interagire con chi non vorrei. Invece, noi bipedi siamo complicati, ci creiamo problemi anche là dove magari non ci sono, invece per loro è tutto così disadorno, tutto un gioco in continuo movimento, qualche balzo, un buon piatto di prelibatezze, per i più fortunati, e se proprio gli va un po’ di carezze alternato ad una discreta dose di graffiante diffidenza.Pensate se balzassimo io o Bea nei giardini dei nostri condomini, i vicini poco simpatici ci saboterebbero il bipede-paracaduty.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :