Magazine Cultura

Confutationes (I)

Creato il 31 gennaio 2011 da Fabry2010

«Il critico vive di seconda mano. Egli scrive su qualcosa. La poesia, il romanzo o il dramma bisogna darglieli; la critica esiste in virtù del genio altrui» (George Steiner, Linguaggio e silenzio, Milano, Garzanti, 2001, p. 15).
Assunto delirante, giacché postula l’assurdo d’un’arte priva di utenti, sganciata dagli ormeggi della fruizione e indifferente agli acidi dell’azione ermeneutica. La quale, viceversa, ne rappresenta la necessaria catalisi, il vero atto di nascita, essendo non solo in grado di rivelarne struttura e segrete ragioni, inafferrabili ai più (non di rado allo stesso autore), ma di tramutarli in edificio di pensiero, stile: ossia in un’opera a sua volta autonoma e originale che, no, non sarebbe sorta senza il suo referente, ma neppure questo avrebbe potuto compiutamente costituirsi, posto che la realtà estetica si determina ― esattamente come avviene in fisica subatomica ― nel momento in cui lo sguardo dell’osservatore si dispiega sulla cosa osservata. È indubbio che l’artista scavi nell’uomo e nel mondo, mentre al critico incombe il dovere d’esaminare esiti e procedure d’esso scavo; ma non è forse altrettanto indiscutibile che anche l’operato dell’artista sia parte integrante del mondo e dell’uomo?



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I Templari

    Templari

    ... nonostante tutto il sangue versato nel Nome Santo di Cristo ...Nato dall'unione di nove Francesi l'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo e del... Leggere il seguito

    Da  Iside
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • I cinetelepanettoni

    cinetelepanettoni

    Siccome come ogni anno stanno arrivando, o sono già arrivati, i cinepanettoni, un giornale per cui scrivo mi ha chiesto di scriverci su un pezzo. Leggere il seguito

    Da  Robomana
    CULTURA
  • I Rossi, i Viola, i Blu

    Rossi, Viola,

    Per consigliare un libro bisogna leggerlo, farlo proprio e poi trasmettere al potenziale lettore l’incanto della narrazione. La lettura di Méto. Leggere il seguito

    Da  Zazienews
    CULTURA, LETTERATURA PER RAGAZZI, LIBRI
  • I nomi

    nomi

    Come è noto, la nostra Costituzione pur stabilendo che “la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” (Art. 1... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Confutationes (II)

    Confutationes (II)

    Luigi Baldacci Questo mi separava dal mio amico Luigi Baldacci: l’idea che la narrativa viva di stati tiepidi: «a volte i narratori dovrebbero essere più... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • I suicide

    suicide

    sono un gruppo rock statunitense attivo ad intermittenza dal 1971 e composto da Ala Vega e Martin Rev Come i Silver Apples, sono prevalentemente un duo synth e... Leggere il seguito

    Da  Achess
    CULTURA, MUSICA
  • I vinti

    vinti

    1953, Michelangelo Antonioni.Il titolo di questo film, alla luce delle trame dei 3 episodi che contiene, tutti girati da Antonioni, è molto curioso. Alla fine... Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA

Dossier Paperblog

Magazine