Magazine Poesie

Corrado Costa - Una poesia

Da Ellisse
Una vecchia poesia di Corrado Costa, non eccelsa (meglio queste), tratta da una rivista storica di cui è difficile trovare anche un solo numero. Il senso della riproposizione di questo testo di Costa, non è tanto la sua significazione peraltro interessante, con le varianti (v. anche qui), le annotazioni, le abrasioni, i vuoti colmabili ad libitum, il gioco a nascondino con le cancellazioni "visibili" e il dialogo tra mano e macchina. E' piuttosto  la messa in discussione della riproducibilità, proprio nel momento in cui essa dovrebbe essere maggiore, su un mezzo come internet che mentre allarga la diffusione  appiattisce la forma. E' come se il blog, per qualche sua natura, non solo permettesse generalmente niente altro che una scrittura lineare, ma lo facesse costringendola perfino a un medesimo carattere tipografico, qualsiasi ne sia l'autore. Cosa che  in casi come questo (ma si pensi anche alla grande importanza metrica che Amelia Rosselli dette alla disposizione tipografica delle prime edizioni di Serie ospedaliera e di Variazioni belliche, imponendola all'editore) equivarrebbe di fatto a riscrivere il testo.

Fonte: Tam Tam n. 14/15/16 - Luglio 1977

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog