Magazine Opinioni

Cossiga? No, grazie

Creato il 18 agosto 2010 da Dragor

BBBBBBBBBBBBBBBBBBBBstrage_1_Cossiga1     Tutti i giornali strombazzano che Cossiga è stato in politica per 60 anni. Allora rispondete a questa semplice domanda: se fosse defunto a 22 anni invece che a 82, per l’Italia le cose sarebbero cambiate in meglio, in peggio o non sarebbero cambiate affatto? Certo, non sappiamo chi avrebbe scroccato per 60 anni lauti stipendi al suo posto e non sappiamo nemmeno se anche lui sarebbe venuto a spassarsela a St-Jean-Cap-Ferrat con i soldi dei contribuenti, ragazze al seguito e presumibilmente una tonnellata di viagra. Forse avrebbe fatto di peggio, direte voi. Mi dispiace ma devo disilludervi: peggio di così è impossibile. E’ uno di quei limiti insuperabili come la velocità della luce. Si poteva fare soltanto meglio. Provate mettere su un piatto della bilancia quello che Cossiga è costato ai contribuenti in 60 anni (qualche centinaio di milioni di euro, visto che parlamentari e presidenti si corrispondono stipendi da favola) e sull’altro quello che ha dato al mondo: il cadavere di Aldo Moro, qualche maneggio con i servizi segreti e una quantità di sproloqui. Quanto paghereste per  tutto questo? O meglio, quanto dovrebbe pagare? Se non altro l’Alzheimer lo ha trasformato nella bocca della verità. Così conosciamo le sue idee per mantenere l’ordine pubblico: infiltrare provocatori fra i manifestanti in modo da provocare disordini e avere la scusa di spedire l’esercito a massacrarli. Grazie, ci ha rivelato chi ha virtualmente ucciso la studentessa Giorgiana Masi. In ogni caso, da buon democristiano, era uno di quei sadici baciapile che nascondono i loro istinti perversi dietro una facciata di perbenismo narcisista e li sublimano in attività socialmente accettabili dagli altri perbenisti come loro. Ha virtualmente ammazzato Moro (un altro tizio, a dire il vero, di cui l’Italia avrebbe fatto volentieri a meno) con la scusa di non cedere al ricatto quando anche i bambini di 2 anni sanno che prima si libera l’ostaggio, poi si catturano i ricattatori. Non soltanto sadico ma anche incompetente. Ecco la gente che l’Italia manda a fare  il ministro dell’Interno e poi il presidente della Repubblica. Adesso che non c’è più, non vi sembra che si stia meglio?

  

Dragor

.

   Eccolo mentre rivela come faceva a mantenere l'ordine pubblico

 

______________________________________________________________________________________________________

 

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cossiga uno statista? Mavalà!

    Cossiga statista? Mavalà!

    Che sia stato un personaggio “controverso” non siamo certo noi a scoprirlo né, tantomeno, a doverlo raccontare. La sua “storia” è sotto gli occhi di tutti,... Leggere il seguito

    Da  Massimoconsorti
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • I sassolini dalle scarpe di Cossiga

    Mi ricordo quando un mattino, in un giornale radio, sentii lo speaker che annunciava che il presidente della repubblica Cossiga, in una nota, domandava al poter... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Cossiga è vivo

    Cossiga vivo

    Cossiga non è morto. È tutta una farsa. Cossiga è vivo ed è in mezzo a noi. Tutta quella messa in scena non è che l’ultima trovata del più misterioso politico... Leggere il seguito

    Da  Demopazzia
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • In ricordo del Sardo-italiano Francesco Cossiga

    Ognuno di noi, credo, ricorda le persone che non ci sono più per un episodio particolare, anche quando, come nel caso di Francesco Cossiga, le cose da ricordare... Leggere il seguito

    Da  Zfrantziscu
    INFORMAZIONE REGIONALE, POLITICA, POLITICA ITALIA
  • Lettera di Cossiga a Berlusconi

    Lettera Cossiga Berlusconi

    Signor Presidente, dopo le tre lettere alle più alte cariche dello stato viene lei, l'altissimo. Come ho fatto a definirla un demone spregiudicato? davvero di... Leggere il seguito

    Da  Gians
    POLITICA ITALIA, SATIRA, SOCIETÀ
  • Il libro del giorno: Mi chiamo Cassandra. Arguzie, giudizi e vaticini di un...

    libro giorno: chiamo Cassandra. Arguzie, giudizi vaticini profeta incompreso. Francesco Cossiga (Rubbettino)

    "Un personaggio nel teatrino della politica italiana". Ecco come spesso Francesco Cossiga si è definito. Questo volumetto raccoglie le battute che il... Leggere il seguito

    Da  Stefanodonno
    CULTURA, LIBRI, POLITICA, POLITICA ITALIA, SAGGISTICA
  • Non lo beccano, no

    I complottisti che sostengono che la storia dell’attentato a Belpietro sia una montatura dovrebbero vergognarsi. Non si gioca con queste cose. Non si fa così,... Leggere il seguito

    Da  Parolecomplicate
    POLITICA, SOCIETÀ