Magazine Cucina

Crostata con la confettura cremosa di fragole

Da Rossadisera @GiuliaNekorkina

Crostata con la confettura cremosa di fragole
Sembra che stavolta la primavera sia arrivata per davvero, e non per finta come 15 giorni fa! Non so voi, ma io sono strafelice: caldo, sole, magliette leggere a posto di  vestiti pesanti, e poi tante primizie, fragole comprese!
Poco fa mi è arrivato un pacco molto goloso, pieno di nuove confetture Zuegg, rigorosamente biologiche, cremose e soprattutto  -  come specificato -  gluten free. Devo dire che la loro cremosita mi ha stupito, molto gradevole al palato, liscia, sembra una crema di frutta, per niente gelatinosa! Sensazione nuova, piacevole. Personalmente, come sapete, non sono una grande amante di dolci, ma ogni tanto ci vuole un pò di dolcezza anche per me, così ho deciso di preparare la crostatina semplice con la confettura di fragole. Béh, un pezzettino per colazione con il caffé ci sta proprio bene.
Crostata con la confettura cremosa di fragole
Crostata con la confettura cremosa di fragole

250 g di farina (gluten free)
100 g di zucchero
100 g di burro
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaino di polvere lievitante
1 pizzico di sale
1 barattolo di confettura cremosa di fragole Zuegg bio

- versare la farina sul piano di lavoro oppure in una grossa ciotola, aggiungere la polvere lievitante, il sale e lo zucchero e mescolare

- sbattere leggermente l'uovo e il tuorlo e aggiungere alla farina

- tagliare il burro freddo a cubetti, aggiungere agli altri ingredienti e impastaree velocemente

- formare una palla, avvolgerla nella pellicola e porre nel frigo per 1 ora

- prelevare circa 1/4 di frolla e metterla da parte (la porzione intera per la crostata è troppa)

- stendere la frolla rimanente in un cerchio sulla carta da forno e sistemarla direttamente nello stampo da 24-26 cm; decorarla con i ritagli di pasta

- infornare a 200° per 30 minuti circa
Crostata con la confettura cremosa di fragole
Crostata con la confettura cremosa di fragole
Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :