Magazine Cinema

Cuckoo, è l’ora delle risate con Andy Samberg in trasferta inglese

Creato il 04 febbraio 2014 da Oggialcinemanet @oggialcinema

Cuckoo, è l’ora delle risate con Andy Samberg in trasferta inglese

4 febbraio 2014 • Serie TV, Serie UK, Vetrina Cinema •

Il giudizio di Marco Goi

Summary:

Cuckoo non è solo una comedy da libidine unica. È una comedy da doppia libidine. È il tipico irresistibile humour made in Britain che si accoppia con il meglio dell’attuale comicità americana. Davvero difficile chiedere di più a un prodotto solo per avere un sano e spassoso intrattenimento. Il recupero di questa serie è dunque super consigliato a tutti gli appassionati delle sitcom inglesi, ma anche ai fan di Andy Samberg, il nuovo fenomeno della risata a stelle e strisce appena premiato con un Golden Globe di migliore attore in una serie comedy per il suo esilarante ruolo in Brooklyn Nine-Nine. È infatti l’attore americano a interpretare il personaggio che dà il titolo alla serie.

Cuckoo con Andy Samberg e Tamla Kari

Andy Samberg e Tamla Kari in una scena di Cuckoo

La vicenda parte in Thailandia, dove la giovane Rachel Thompson (Tamla Kari, attualmente anche nel cast di The Musketeers), fresca di diploma, ha passato un anno sabbatico in attesa di capire cosa fare del resto della sua vita. È qui che Rachel incontra Cuckoo (Andy Samberg), un affascinante turista americano dalla mentalità a metà strada tra un hippy e il protagonista di Into the Wild. Un avventuriero, o meglio un pensatore, come piace a lui stesso definirsi. I due decidono di sposarsi, all’insaputa dei genitori lei che, una volta riaccolta la figlia nella patria Inghilterra, apprenderanno la news come uno shock. Non è finita qui, anzi, questo è soltanto l’inizio. I due poveri genitori della ragazza dovranno infatti ospitare in casa loro e mantenere la figlia insieme al neo-maritino che non sembra avere grosse intenzioni di lavorare e preferisce l’idea di fare il mantenuto.
Uno spunto tragicomico che darà il via a una serie di situazioni esilaranti, in grado di scatenare tutta la verve comica di Andy Samberg, irresistibile nella parte del fascinoso hippy viaggiatore dalle tendenze egocentriche e con la passione non nascosta per le droghe. A suscitare le maggiori risate è il contrasto tra Cuckoo e il padre della ragazza, Ken Thompson (Greg Davies), che proverà in tutti i modi di sbarazzarsi del nuovo arrivato. Senza riuscirci, per fortuna di noi spettatori.

Cuckoo non è una novità assoluta. Nel Regno Unito è stata trasmessa da BBC Three nell’autunno del 2012 ma è stata rispolverata solo di recente dagli efficienti sottotitolisti italiani, complice l’apprezzamento ricevuto da Brooklyn Nine-Nine, che si è portata a casa il Golden Globe 2014 di miglior serie comedy, e dal suo protagonista Andy Samberg. Si tratta di appena sei episodi da mezz’ora l’uno, quindi recuperarla, oltre a essere cosa buona e giusta, è anche un’impresa rapida. Solo sei episodi, per il momento. In Gran Bretagna la serie si è rivelata un buon successo ed è in programma una seconda stagione per il 2014, sempre se gli impegni del richiestissimo Andy Samberg lo consentiranno, mentre intanto è già stato annunciato anche un remake tutto americano per la NBC. Nell’attesa di capire se Cuckoo tornerà sugli schermi inglesi o se lo vedremo prima in una nuova versione US, vi consigliamo di dare un’occhiata alla prima stagione originale. Le risate sono garantite.

di Marco Goi per Oggialcinema.net

Andy SambergCuckooGreg DaviesTamla Kari


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :