Magazine Racconti

da grande voglio fare il milanese – 06

Da Yargo77

La neve – Nef

La neve è una di quelle cose che distingue nettamente il Milanese dal Napoletano.

La prima nevicata vissuta da un napoletano a Milano è un’esperienza unica ed indimenticabile grazie alla quale si ritorna bambini subito dopo aver aperto le finestre ed aver costatato che il balcone, la ringhiera, le strade e tutto quanto è bianco! Mi ricordo ancora quando mi svegliai, aprii la finestra e tutto il balcone, il cortile i tetti e gli alberi erano bianchissimi! corsi allora nel salotto dove c’era il balcone che affacciava su strada e lì la vista di alberi e macchine completamente coperte di bianca soffice neve mi fecero regredire all’età non so di 9 anni? Bisogna tener presente che per un napoletano neve significa Roccaraso un paesino abbastanza bruttino nell’abruzzo in cui tra palazzine anni 70 e asfalto una coltre bianca ricopre tutto, però è Roccaraso e li è normale ci sia la neve, è montagna è un paesino… ma trovarsi in una città nella normale quotidianità e vedere tutto imbiancato non ha eguali è un’emozione unica ed allora ecco che la rezione del Napoletano è sempre la stessa: • Prima cosa prendere la digitale e fare foto a tutto! • caricare le foto all’istante su facebook e taggare tutti gli amici terroni • telefonare alla mamma (perché a Napoli si chiama A qualcuno!)per raccontarle e condividere con lei questo strano evento atmosferico. • vestirsi con tuta da neve • uscire! Naturalmente tutto intorno acquista nuova luce, gioia, felicità si impadroniscono del cuore; non riesci a non fare palle di neve rischiando di ghiacciarti le mani. cammini vai sul tram guardi fuori continuando a mandare MMS agli amici terroni per renderli partecipe di questi momenti che stai vivendo e per far vedere com’è bello il duomo con la neve, gli alberi etc nonostante ai tuoi amici terroni non fotte una beata mazza di te, di Milano e di sta cazzo di neve.
Con grande equilibrismo, nonostante le scarpe rigorosamente non adatte (imparerai a comprare scarpe, vestiti adeguati solo in seguito), arrivi in ufficio e lì ti accorgi che sei l’unico sorridente: l’ufficio è semideserto, molti arriveranno in ritardo altri non verranno causa treni bloccati per ghiaccio, e quelli che sono in ufficio pregano incazzati che smetta di nevicare e si lamentano (più del solito visto che il milanese si lamenta di default) di tutti i disagi, di quanto è pessima la neve e come sia assurdo che una città come Milano si blocchi per due fiocchi. E tra i malumori di tutti tu rischi il linciaggio continuando a fare foto fuori la finestra sperando che nevichi per sempre!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines