Magazine Informatica

Di che malattia tecnologica soffri tu?

Creato il 08 aprile 2014 da Mytrendyphone

Oggi è impossibile immaginare la vita senza smartphone. Ma dobbiamo essere coscienti che l’uso eccessivo di alcuni gadget può causare seri problemi. Ecco l’elenco di alcune malattie che sono il risultato della dipendenza tecnologica:

1. WhatsAppite – la prima e la più nota malattia è WhatsAppite. Occorre per l’uso eccessivo di questa applicazione e provoca dolore al polso e al pollice. Le contromisure raccomandate: l’astinenza totale dall’uso di smartphone.

2. Tendinite – questa malattia è l’infiammazione delle tendini, causata da sforzi che sostiene, ad esempio, il tuo pollice quando stai scrivendo i messaggi sul tuo telefono. Usare il tuo smartphone per inviare messaggi può causare dolore alle dita/mani più grandi che quando si utilizza una tastiera normale. È consigliata l’astinenza dallo smartphone.

3. Nomofobia – questo è il nome di una malattia, cioè, del timore che una persona sente quando esce di casa senza il suo cellulare. Nomofobia può causare stress quando la persona non è a conoscenza di tutte le notifiche.

La dipendenza tecnologica può causare gravi danni alla salute

4. Phubbing – quando non ascolti la gente intorno a te e pensi solo alle notifiche in arrivo, allora soffri di Phubbing. Come superarla? Socializza di più con gli amici e dimentica lo smartphone.

:)

5. Vibranxiety, oppure sindrome della vibrazione fantasma – quando hai l’impressione che il telefono vibri o suoni, ma niente di tutto questo accade in realtà. In realtà nessuna delle notifiche si è verificata, è solo la tua mente che ci crede a causa della dipendenza dal telefono cellulare.

6. “Collo da SMS” (text neck) – questo disturbo è causato dalla postura scoretta della testa mentre stai scrivendo i messaggi. Può causare gravi danni alla muscolatura del collo, il dolore e rigidità che dal collo possono passare alle spalle e alle braccia.

E tu? Soffri di una di queste malattie?

Post associati:


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog