Magazine Diario personale

Di sopravvivenza, boy scout e scarafaggi

Creato il 16 aprile 2014 da Pontomedusa @Pontomedusa

Adesso vanno di moda i programmi sulla sopravvivenza. Cioè, dei tizi vengono abbandonati in un posto dimenticato da Dio (di solito lanciati da un elicottero, che fa più estremo) e devono sopravvivere finché non ritrovano la civiltà.

Ovviamente, i protagonisti di queste trasmissioni non sono ragionieri con la panzetta e l’abbronzatura fosforescente (cioè così bianchi che brillano al buio): sono sempre ex Marines, ex Swat, ex qualcosa.

Bear Grylls, il santo patrono di questa categoria, è un ex boy scout, per dire.
Io in realtà ho questa idea dei boy scout che vanno a fare le gite in montagna e passano le serate intorno al fuoco cantando “Quel mazzolin di fiori”, e raccontandosi le barzellette (ma non quelle sporche, che i boy scout di base sono un gruppo di ispirazione cristiana).
Ma sicuramente quelli che ho in mente io sono i boy scout italiani: evidentemente i boy scout inglesi passano i weekend a scuoiare capre con il solo aiuto di un coltellino svizzero e ad essere istruiti sul contenuto proteico dello scarabeo stercorario.

Sì, perché la principale caratteristica di Bear Grylls è che ad ogni puntata, per contratto, deve mangiare almeno un insetto o generico artropode.
Lui magari sta in un paradiso pieno di palme da dattero, alberi da frutto, cespugli di more, eppure sostiene di avere assolutamente bisogno di proteine per andare avanti, e l’unica fonte di proteine che riesce a trovare è, regolarmente, un insetto.
Se per caso trova uno scoglio ricoperto di telline, cozze e vongole, sosterrà di non poterle assolutamente mangiare perché hai visto mai che ci sia la salmonella in questi frutti di mare raccogliticci, e si butta sul primo scarafaggio che passa di lì.
Su cosa beve per accompagnare il lauto pasto, preferisco stendere un velo pietoso; sappiate però che fa rima con Mimì.

Di sopravvivenza, boy scout e scarafaggi

“La parte migliore dello scarabeo stercorario è lo sterco: lega benissimo con l’aroma fruttato della Mimì!”

Contento lui. Ma perché a noi piace guardarlo?
Forse perché l’uomo primitivo che c’è in noi si ribella a questo mondo in fondo facile, dove la selvaggina si compra già macellata in pratiche vaschette di polistirolo e la cosa più vicina ad un duello che ci può capitare è fare il dito medio a uno che ci ha tagliato la strada in macchina.

E forse, lanciarsi dagli elicotteri e nutrirsi di scarafaggi a volte sembra meno logorante delle code in tangenziale e delle preoccupazioni per il mutuo.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tarta di Panda dixit

    Tarta Panda dixit

    Una tazza di the alla cannella.Una poltrona ed un noir ad avvolgerti.Fuori scoppia un vento forte, dentro si sta bene.Il momento perfetto. ...eppure... Leggere il seguito

    Da  Patalice
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • Piena di ricordi – Ricordi di una piena

    La notizia le arriva all’alba, per e-mail, dalla compagna di partito e consigliera comunale S. Per questo la ‘povna, mentre si avvia verso la stazione in... Leggere il seguito

    Da  Povna
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, SCUOLA
  • Creazione di una petizione

    Creazione petizione

    Chiedo la vostra collaborazione abbiamo lanciato questa petizione per chiedere a Renzi di non far entrare l'Italia in nessun conflitto presente nel medio... Leggere il seguito

    Da  Marta Saponaro
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, PARI OPPORTUNITÀ, PER LEI
  • Gruppo di studio di Psicopittografia | Psicopittografia

    Gruppo studio Psicopittografia

    Possiamo formare un gruppo di studio di Psicopittografia, ma come fare? ecco un piano specifico per permetterci di fondarne uno. Luogo di riunione: il nostro... Leggere il seguito

    Da  Lifarnur
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • Non dimentichiamoci di loro:mai!

    Il computer stamane ha fatto qualche bizza puramente tecnica. Ringrazio i miei attenti follwers, solo quelli che mi amano di più, particolarmente attenti ed... Leggere il seguito

    Da  Gattolona1964
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, RACCONTI, TALENTI
  • Sesso. (Questione di Feeling? No. Di Ego).

    Sesso. (Questione Feeling? Ego).

    Succede così.Dopo una certa età, ipoteticamente sui 30 o giù di lì, è abbastanza auspicabile aver capito due cose sulla faccenda in questione: l'uomo vuole... Leggere il seguito

    Da  Danielabigi81
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI

Dossier Paperblog