Magazine Economia

Do ut des

Creato il 05 maggio 2010 da Orwell84
Estratto dal libro "Ludwig von Mises on Money and Inflation: A synthesis of several lectures" [*buy - *pdf], redatto da Bettina Bien Greaves.La cooperazione umana è differente dalle attività che si svolgevano prima dell'avvento dell'uomo, nel regno animale, e tra persone o gruppi isolati nelle ere primitive. L'abilità specifica che distingue l'uomo dall'animale è la cooperazione. Gli uomini collaborano. Ciò significa che, nelle loro attività, prevedono che le attività svolte da parte di altre persone porteranno a termine determinati compiti necessari per raggiungere il risultato prefissato. Il mercato corrisponde a quella condizione degli affari in cui io do qualcosa a te con lo scopo di ricevere qualcosa da te. Non so quanti di voi conscano vagamente la lingua latina, ma in una frase latina che risale a 2000 anni fa, è contenuta la miglior descrizione del mercato, do ut des, io do affinchè tu dia. Do il mio contributo affinchè tu contribuisca. Grazie a ciò si sviluppa la società e il mercato, ovvero la pacifica collaborazione di individui. La cooperazione sociale comporta la divisione del lavoro.I vari membri, i vari individui, in una società non trascorrono le loro vite senza alcun rapporto o relazione con altri individui. Grazie alla divisione del lavoro noi siamo legati con gli altri lavorando per loro e ricevendo e consumando ciò che altri hanno prodotto per noi. Come risultato abbiamo un'economia di scambio che consiste nella collaborazione di più individui. Ognuno produce, non solo per se stesso, ma per altre persone, aspettandosi che queste stesse persone producano per lui. Questo tipo di sistema richiede gli scambi. La cooperazione pacifica, i risultati pacifici degli uomini, sono compiuti nel mercato. La cooperazione significa necessariamente che le persone si scambiano servizi e beni, i prodotti dei servizi. Questi scambi sono l'essenza del mercato. Il mercato è precisamente la libertà delle persone di produrre, consumare, determinare ciò che deve essere prodotto, in qualsiasi quantità e qualità, e verso qualunque cliente. Un sistema libero come questo senza un mercato è impossibile. Questo sistema è il mercato.Abbiamo la convinzione che le organizzazioni di uomoni sono o il mercato, ovvero lo scambio tra individui, o il governo, un'istituzione che, nelle menti di molte persone, è qualcosa di superiore al mercato e può esistere anche in assenza del mercato. La verità è che il governo, che è il ricorso alla violenza, non può produrre niente. Tutto ciò che è prodotto, è prodotto per l'attività degli individui, ed è utilizzato nel mercato con lo scopo di ricevere qualcosa in cambio. É importante ricordare che tutto ciò che è fatto, tutto ciò che l'uomo ha fatto, tutto ciò che fa la società, è il risultato di questa collaborazione e questi accordi volontari. La collaborazione sociale tra gli uomini, e ciò significa il mercato, è ciò che favorisce la civilizzazione, ed è ciò che ha portato tutti i miglioramenti nella condizione umana di cui godiamo oggi.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines