Magazine Sport

F1, preview del Gp del Giappone

Creato il 02 ottobre 2014 da Simo785

A cura di Rita Cappiello 

Il circuito del Gp del Giappone

Il circuito del Gp del Giappone

Nuovo appuntamento asiatico per la Formula 1, questa volta a Suzuka, dove, domenica 5 ottobre, si disputerà il Gran premio del Giappone, tappa storica del Mondiale.

Questa sarà la trentesima edizione del Gp del Giappone, quasi sempre disputatosi sul Circuito di Suzuka, che sorge nei pressi dell’omonima cittadina nipponica. Solo in quattro occasioni la gara si è svolta sul circuito del Fuji, nel 1976, 1977, 2007 e 2008.

Il Suzuka Circuit è lungo 5807 mt e si percorre in gara per 53 giri. Il tracciato ha una conformazione a otto e quindi si percorre in parte in senso orario e in parte in senso antiorario.

 

L’asfalto è molto abrasivo e questo causa un elevato grado di usura degli pneumatici. Inoltre le gomme sono sottoposte a molte sollecitazioni e di diverso tipo lungo tutto il tracciato, che è molto lungo e presenta caratteristiche diverse nei vari punti, quindi anche il degrado sarà abbastanza elevato.

La Pirelli ha scelto per Suzuka la mescola dura insieme a quella media.

Ci sarà un’unica zona DRS a Suzuka e sarà nel rettilineo principale tra la curva 18 e la curva 1.

Anche a Suzuka il pilota che ha ottenuto il maggior numero di successi è Michael Schumacher, che per sei volte ha tagliato per primo il traguardo, mentre il team più vittorioso è la McLaren con nove vittorie.

Tra i piloti ancora in attività è Sebastian Vettel ad essersi aggiudicato più volte questa gara, ben quattro.

Il re della pole è sempre Michael Schumacher, che l’ha conquistata per otto volte.

Lo scorso anno in Giappone a vincere è stato Sebastian Vettel su Red Bull, seguito dal compagno di squadra Mark Webber e da Romain Grosjean su Lotus.

Ci apprestiamo a vivere il week end giapponese dopo dieci giorni di “voci” riguardanti il mercato dei piloti, che, come da tradizione, in questo periodo dell’anno si scatenano numerose.

Finalmente però si torna in pista e si torna a parlare di motori, di risultati, di chi ha migliorato e chi invece ha deluso, insomma di formula 1.

Sarà questo il fine settimana dell’esordio in pista del giovanissimo Max Werstappen, che prenderà parte alla prima sessione di libere del venerdì e inizierà la sua nuova avventura con la Toro Rosso, che lo ha ingaggiato per sostituire Vergne la prossima stagione.

E’ vero che il Mondiale oramai è cosa Mercedes, ma resta molto appassionante e avvincente la lotta interna tra Hamilton e Rosberg, due piloti così diversi tra loro, ma che appaiono molto determinati a lottare per il titolo fino all’ultimo colpo e speriamo sia così fino all’ultima curva.

L’inaffidabilità, unico neo della Mercedes in questa stagione in cui hanno praticamente annullato gli altri, ci ha privato, in parecchie occasioni, dei duelli in pista tra i due compagni di squadra, chissà se a Suzuka se ne potranno vedere ancora.

Gli altri sperano invece in ulteriori passi falsi della Mercedes per portarsi a casa quanto meno le briciole, ma finora c’è sempre riuscito solo Daniel Ricciardo.

Suzuka è un circuito che sembra sorridere alla Red Bull se si pensa che delle ultime cinque edizioni, quattro sono state vinte da Vettel, ma quest’anno non sarà così semplice per il team austriaco e soprattutto per Vettel, che però ha mostrato segni di rinascita a Singapore.

Spera anche la Williams, che in Giappone si presenterà con un nuovo pacchetto aerodinamico e con l’obiettivo di riconquistare il podio e mantenere dietro la Ferrari nella classifica Costruttori.

La Ferrari dal canto suo dovrà lottare quanto meno per riconquistare il terzo posto Costruttori a scapito della Williams e ciò significa cercare di portare al traguardo le sue monoposto davanti a quelle bianche degli Inglesi.

Anche la McLaren, altro team storico, dovrà lottare per l’obiettivo minimo di superare in classifica la Force India, che al momento è al quinto posto, sei punti avanti agli Inglesi. Obiettivo un po’ deprimente, ma tanto è. Oramai non resta che guardare avanti…

Sperando di assistere nuovamente a una gara avvincente e combattuta in pista e non a suon di strategie, come è avvenuto a Singapore, ci diamo appuntamento al Suzuka Circuit per il Gran Premio del Giappone   3 – 5 ottobre.

 

Venerdì 3 ottobre

Prove Libere 1:  3:00 – 4:30    SkySportF1HD ( 11:30 – 13:00 in differita su RaiSport2)

Prove Libere 2:  7:00 – 8:30   SkySportF1HD  ( 22:00 – 23:30 in differita su RaiSport2)

Sabato 4 ottobre

Prove Libere 3:   4:00 – 5:00  SkySportF1HD

Qualifiche:   7:00    SkySportF1HD (14:00  in differita su Rai2)

Domenica 5 ottobre

Gara: 8:00   SkySportF1HD e Rai 1   (14:00 in differita su Rai1)

 

Previsioni Meteo 

Il week end nipponico, come già successo in altre occasioni, vede parecchie probabilità di pioggia. Il venerdì è previsto molto nuvoloso con probabilità di pioggia sia per le PL1 che per le PL2, il sabato è previsto un miglioramento, mentre domenica la pioggia potrebbe tornare ad essere protagonista durante la gara. Le temperature saranno abbastanza basse, comprese tra i 17° e i 20° C.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :