Magazine Cinema

Fantasia 2000 - Registi vari (1999)

Creato il 02 giugno 2010 da Lakehurst
(Id.)
Visto in VHS.
Il film è pervaso da quel senso di "come lo facciamo noi non lo fa mica nessuno". Per tutta l'ora e passa infatti i singoli episodi sono introdotti da vari personaggi (tra cui Angela Lansbury, il sogno erotico segreto di gran parte degli italiani) che non fanno altro che spiegari perchè la Disney è il meglio, e perchè "Fantasia" era il meglio, cercando quindi di farci pensare che anche questo film sia il meglio...
Il film, complessivamente fa schifo. Non ha la fantasia, il ritmo, l'accuratezza, la sensibilità e l'arte del primo... ah già, e nel frattempo ha perso pure in originalità e tecnica ovviamente.
In primo luogo la Disney non è in grado di lavorare in CGI, l'ha dimostrato col pessimo "Chiken little" più vecchio di 5 anni figuriamoci qui. Ci sono episodi in cui semplicemente non si integra con il disegno, come nello spezzone delle balene, altri dove è un vero e proprio pugno artificiale in un occhio, come nella storia del soldatino di latta (vera e propria fossa delle Marianne del film).
In altri momenti, come nell'episodio con Paperino, semplicemente scelgono la musica sbagliata, dura troppo poco e una storia che avrebbe meritato una durata superiore deve muoversi e risolversi in maniera più rilassata.
Alcuni pezzi sono invece proprio sbagliati alla base. La rapsodia in blu inizia da dio, utilizza un tratto anni '60 molto adatto e molto bello, ma semplicemente manca di idee decenti... come posso sentirmi coinvolto nella storia di un disoccupato il cui maggiore sogno è quello di lavorare in un cantiere? per carità, certamente è realistico, ma questo è un prodotto per bambini. In realtà è un insieme di storie che si incrociano, ma con questa scusa nessuna è trattata debitamente.
Infine vi sono momenti in cui le musiche e le immagini non si integrano... vero è che i ricordi, specie se d'infanzia modificano in meglio, ma mi pare proprio che nel film del 1940 queste cose non succedessero, o quantomeno, fossero contenute. Qui invece è un continuo sforzo perchè le cose non si muovano in maniera indipendente (sforzo inutile nell'episodio del soldatino di latta dove ognuno va per conto suo).
Unica nota di merito è l'episodio de fenicotteri. L'idea non sarà grandiosa, ma è disegnata bene e il sincronismo con la musica anche migliore; la storiella è in puro stile Disney, divertente senza aver bisogno di niente di più che una manciata di fenicotteri ed uno yo-yo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines