Magazine Libri

[film] John Carter

Creato il 08 marzo 2012 da Sam @LibriCaffeLatte
Visto ieri! ^____^
Non faccio spoiler, tranquilli!
[film] John Carter
Il film diretto da Andrew Stanton è davvero ben riuscito. Le immagini in 3D sono magnifiche.Il non vado matta per il 3D. Ne ho visti solo un paio all'inizio, poi ho smesso. Colori sbiaditi e senso di nausea mi avevano fatto gettare la spugna. Ma ieri sera al cinema c'era solo il 3D. O tornavo a casa, o provavo.Ebbene, i colori erano perfetti. Le immagini spettacolari. E niente nausea :)Soprattutto i grandi campi aperti, dove comparivano miniaturizzati i personaggi. Erano incredibilmente dettagliati. Questo aspetto è di sicuro un punto di forza.
Gli attori/personaggiJohn Carter, interpretato da Taylor Kitsch, mi è piaciuto anche se nel libro me lo figuravo un po' diverso. E' leggermente fuori tempo rispetto al Carter del romanzo, che era più d'epoca. In alcuni momenti è "troppo moderno" considerando che è dell'800. A metà strada tra un Conan "estremamente gentile e raffinato" e un Principe di Persia "meno video-gioco e più umano" :D alla fine, però, ha trovato una sua identità. Identità costruita, a mio avviso, trovando un rapporto con gli altri personaggi/attori.
Il più riuscito è Tars Tarkas, interpretato in modo totalmente digitale da Willem Dafoe. Superbo! Ha reso perfettamente la fierezza, il coraggio e la curiosità che io ho colto nel romanzo. L'incontro con Carter è diverso, ma comunque d'impatto.Anche alcune usanze e aspetti dei Thark sono state mantenute e mostrate, come crescono i piccoli ad esempio. E non sono propriamente "coccole e carezze".
Ora veniamo alla Principessa di Helium, Dejah Toris interpretata da Lynn Collins ... a me è piaciuta moltissimo ^__^ Non è la solita anoressica che ciondola da una parte all'altra dello schermo e che impugna una spada come se fosse un'anguilla rinsecchita :DE' grintosa e combattiva senza perdere in femminilità. Molto vestita rispetto al romanzo, sarà una delusione per i maschietti ma è più veritiera. Anche in questo caso, hanno cambiato l'incontro tra Carter e la principessa. Però, mi è piaciuto ugualmente.
Ci sono poi altri personaggi che nel romanzo non esistono. Siccome sono parte del motivo per cui Carter viaggia e si ritrova su Marte, per non rovinarvi la sorpresa, vi dico solo che io li ho graditi. Non sono una novità da gridare "che ideona..." ma si inseriscono bene nel contesto.[film] John Carter
[film] John Carter
La tecnologia, le armi e il "look" in generale.Ricorda un po' la saga di videogiochi di Final Fantasy. Un retrò futuristico con motori "ecologici".Navi dalla linea lunga, affusolata e con ali da libellula. Ponti/cabina in vetro e bandiere lungo le murate. Sono bellissime a vedersi, molto fragili in realtà. L'effetto al cinema è però esteticamente magnifico.Anche le armature hanno forme e linee morbide, così come le armi. Forse per meglio differenziare gli uomini rossi e blu dagli alieni verdi, i Thark. Questi, al contrario, hanno lance e protezioni minimali rozze e di pelle.Mentre gli uomini vivono i palazzi dalle stanze senza confini e riccamente decorate, i Thark abitano vaste grotte o casupole, credo fatte di sabbia o qualche tipo di malta aliena. Molto tribali e essenziali.Anche i meccanismi di comando delle "moto aeree" non sono nuovi. Già visti.Si amalgamano all'estetica retrò, quindi sono un tripudio di rotelle e catenelle.
Mancano però le armi "importanti". A parte la omega weapon dal color blu (un classico dei videogiochi) e le spade o le lance, nel mezzo non c'è nulla. Ho solo visto quello che potrebbe essere un mitragliatore, ma è un po' pochino. Pazienza.
I costumi sono ben curati. Forse un po' da Mille e una notte, ma si sposa bene con il resto.L'aspetto delle città, dei panorami nell'insieme è spettacolare. 

[film] John Carter

Aeronave in John Carter

[film] John Carter

Aeronave in Final Fantasy

Sulla trama.E' molto diversa dal romanzo. Me lo aspettavo. Del resto sono 11 romanzi, il film è uno solo.L'aspetto che approvo del film è che lo hanno reso auto-conclusivo in modo intelligente.Volendo potrebbero farne un seguito, ma non in favore di un finale tronco, com'era invece il romanzo.Per fare ciò, la trama è notevolmente cambiata. Io però non faccio più il ragionamento che "se non è fedele al romanzo" in automatico il film è una schifezza. E' una versione diversa, di un'epoca diversa.Oggi, una trasposizione fedele di un romanzo del 1911 non so se sarebbe stata compresa. Secondo me, hanno lasciato quello che era lo spirito di Carter, e di quello che rappresentava per lui Barsoom, intatto cambiando alcuni eventi senza modificare i legami affettivi e di stima che c'erano nel romanzo.E hanno inserito aspetti nuovi rispettando quello che potrebbe essere il mondo di Barsoom.Non so se riesco a spiegarmi, senza fare spoiler non è facile.:D
Nota extra su come Carter viaggiaNel romanzo c'era una specie di trasmigrazione dell'anima. A me era piaciuto molto questo aspetto mistico del romanzo. Ma me lo sentivo che lo avrebbero tolto in favore di qualche "gingillo" più immediato e per comprensione e per porre l'accento sulla tecnologia e non sullo spirito.Il gingillo in questione non ve lo espongo perchè collegato a un aspetto del tutto nuovo.Siccome è parte integrante della storia, farei spoiler.Magari in futuro, quando uscirà il dvd.

[film] John Carter

Woola
STREPITOSO! 

IN CONCLUSIONE: A me è piaciuto molto. Ho trascorso un paio d'ore piacevoli. Ci sono due dettagli che vorrei rivedere, ma giusto per cruccio mio personale. Sono rimasta soddisfatta. Sono uscita col sorriso.Non chiedevo di più.E' un film per tutti, anche se alcuni aspetti dei Thark non sono per bimbi. Ma sono poche immagini, forse un adulto le coglie, un bambino magari nemmeno le vede perchè rapito dall'insieme.Le scene di scontri aerei sono buone, le battaglie anche. Nulla però di eclatante da raccontare ai posteri.Insomma, un buon prodotto ma non sconvolgente.Prenderò il dvd. Questo film è uno di quelli che ogni tanto si rivede volentieri. E poi diciamocelo, finalmente John Carter ha un suo film. Se lo meritava, era ora.Da uno a dieci, gli do un sette e mezzo, anche se le immagini meriterebbero un bel dieci.PROMOSSO! 
Note: la recensione del libro la trovate QUI!Novità sul libro appena uscito e un estratto del film, QUI!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Recensione: John Carter

    Recensione: John Carter

    Il supermegakolossal della Disney è sbarcato in sala, pronto a conquistare il botteghino... o forse no. Dopo aver rilanciato il coloratissimo mondo di Tron, la... Leggere il seguito

    Da  Giobblin
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • STONER - di John Williams

    STONER John Williams

    Titolo: StonerAutore: John WilliamsEditore: FaziAnno: 2012 La vita di William Stoner è anonima e incolore e si consuma stancamente, senza avventure né colpi di... Leggere il seguito

    Da  Ilibri
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • L'intera saga romanzesca di John Carter di Marte in un unico libro per...

    L'intera saga romanzesca John Carter Marte unico libro un'emozione unica

    Prima che il fantascientifico John Carter arrivasse nelle sale di tutto il mondo ricordo di aver avuto una cordialissima conversazione con gli amici della Brad ... Leggere il seguito

    Da  Frenckcinema
    LIBRI
  • Stoner – John E. Williams

    Stoner John Williams

    Recensione di Chiara Rea «Chi sei tu, veramente? Un umile figlio della terra, come ti ripeti davanti allo specchio? Oh, no. Anche tu sei uno dei malati: sei il... Leggere il seguito

    Da  Viadeiserpenti
    LIBRI
  • John Brophy

    John Brophy

    Le opere di John Brophy nascono nel suo computer e poi crescono e arrivano a maturazione su tela. Il suo stile estremamente originale e interessante trae... Leggere il seguito

    Da  Ant
    ARTE, CULTURA, LIBRI, MUSICA, TALENTI
  • Virago Classic way

    Virago Classic

    Yamaha XV 750 Virago by Classic Way Classic Way Atelier - Guimarães, Portugal Leggere il seguito

    Da  Inazumaluke
    LIFESTYLE, PASSIONE MOTORI
  • Galleggiando fra le ninfee

    Galleggiando ninfee

    Si sa che qualsiasi discorso si faccia intorno ad un quadro o ad un’opera d’arte in genere può cambiare radicalmente nel momento in cui finalmente la si riesce ... Leggere il seguito

    Da  Il Viaggiatore Ignorante
    VIAGGI