Magazine Scienze

Geni ed evoluzione

Creato il 13 ottobre 2011 da Ethology @richardbar

utilizzata per studiare un postulato della teoria evolutiva mai verificato: i Per la prima volta, la tecnica di sequenziamento del DNA su larga scala è stata tassi di mutazione del DNA sono influenzati da tratti specie-specifici. Tra questi in particolare, vi sono il tasso metabolico e l’intervallo di tempo trascorso tra la nascita di un individuo e quella della sua prole, denominato tempo di generazione.
Il professore associato di biologia della Penn State University, Dott Kateryna Makova, insieme con il primo autore Melissa Wilson Sayres hanno utilizzato dati di sequenziamenti sull’intero genoma relativi a 32 specie di mammiferi, compreso l’essere umano.
Per ciascuna specie, è stato studiato il tasso di mutazione, stimato sulla base del tasso di sostituzioni in segmenti di DNA che evolvono senza conseguenze, tratti di materiale genetico che non sono soggetti a selezione naturale, poi messo in relazione con alcuni indicatori della storia ontogenetica, cioè della vita dei singoli individui.
I ricercatori si sono concentrati in particolare sul tempo di generazione: “La correlazione attesa tra tempo di generazione e tempo di mutazione è assai semplice e intuitivo: quante più sono le generazioni di una specie per unità di tempo, tante più è alta la probabilità che si verifichi una mutazione a carico del DNA”, ha sottolineato la Makova, che firma un articolo di resconto sulla rivista Evolution. “Nel caso dei topi, per esempio, 100 anni equivalgono a 200 generazioni, mentre nell’uomo solo a cinque”.Dopo il confronto delle 32 specie di mammiferi, si è concluso che l’indicatore più forte e significativo è proprio il tempo di generazione, che rende
conto del 40 per cento della variabilità del tasso di mutazione tra le specie.
Precedenti ricerche sembravano suggerire che il tasso di mutazione fosse proporzionale al tasso metabolico. Secondo i risultati di quest’ultima ricerca, invece, il tasso metabolico ha un’influenza moderata sulla differenza tra maschi e femmine.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine