Magazine Cultura

Gli scrittori italiani scoperti nel 2010

Creato il 03 febbraio 2011 da Marcofre

Confessione veloce veloce. Ho scoperto solo di recente di preferire gli scrittori stranieri a quelli italiani. Ma “scoprire” non è il termine esatto: un giorno ho dato un’occhiata alla libreria, e ho iniziato a contare gli scrittori del nostro Paese. Sono una minoranza, qualificata ma minoranza. Non so fornire una spiegazione: forse il vivere in una zona tutto sommato provinciale, in una Nazione “provincia dell’impero” da anni, mi ha portato a rivolgermi con un’attenzione quasi ossessiva agli scrittori russi, francesi, anglosassoni.

Adesso poi, ho riscoperto i nordici; tutto questo non mi ha impedito di rendermi conto di questa stortura, e cercare quindi di rimediare. Attenzione: si tratta di autori esordienti, pubblicati da piccole case editrici indipendenti e non a pagamento.

  1. Il funerale della balena (Gian-Andrea Rolla). Editore I Sognatori. E’ ambientato in Liguria (nell’estremo levante però), e i suoi protagonisti si muovono tra Africa, e appunto Italia. Una volta chiuso, ti chiedi sconsolato, per quale motivo in classifica ci siano dei libri di ricette, e una simile storia rimanga sconosciuta ai più. Meglio per la casa editrice, certo.
  2. Lapsus (Flavio Pagani). Sempre pubblicato da I Sognatori. Che dire? Geniale. Lo so che è un aggettivo abusato, ma per fortuna la casa editrice permette di gettare un’occhiata a questo, e agli altri libri in vendita, scaricando gratis, circa metà dell’opera. Se chi legge ha un pallido amore per le cose belle alla fine dirà: Geniale.
  3. E’ tutto qui (Matteo Scandolin). Editore Intermezzi. L’ho acquistato in formato epub, e il bello è che non c’è alcun lucchetto digitale (o DRM). Solo per questo la casa editrice merita un plauso. Si tratta di racconti, ambientati nel Nord Est, scritti da un autore giovane, ma che, come dicono i blog di un certo livello, induce all’ottimismo.
  4. Tu, mio (Erri De Luca). Editore Feltrinelli. A questo punto il lettore di questo bizzarro blog potrebbe giustamente domandarmi: “Scopri solo ora De Luca?”. La risposta in realtà è già all’inizio di questo post: leggendo soprattutto letteratura straniera, è evidente che gli italiani (a parte Silone, e Sciascia), sono stati parecchio trascurati.Cercherò di rimediare in futuro, d’accordo?


 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Gli antichi relitti sommersi

    Gli antichi relitti sommersiNel Satyricon di Petronio viene descritto un naufragio: "...la tempesta, fedele esecutrice di ciò che il destino comanda, porta via... Leggere il seguito

    Da  Pierluigimontalbano
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Gli infimi crepuscoli

    infimi crepuscoli

    Amo le cose che consumate brillanocome se i crepuscoli fosserofermi in esse ardendo per sempre.I bordi delle sedie raffinatidalla devozione chiara delle dita.I... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA
  • Protetti sono gli amanti

    Protetti sono amanti

    Protetti sono gli amantisotto il cielo murato.Un elemento misterioso gli dà il fiatoe fanno vivere le pietree tutto ciò che crescetrova ormai una... Leggere il seguito

    Da  Linda
    CULTURA
  • Gli Alberi - testo

    Anche questa voltami dovrai difenderedagli sguardi della genteperché non ha più sensosentirsi diversoo provare ad assomigliare a tuttile colpe sono colpi da... Leggere il seguito

    Da  Fededragogna
    CULTURA, MUSICA
  • Gli Ittiti

    Ittiti

    Gli Ittiti Il 2 luglio 1834 l'architetto Textier fu inviato in Anatolia per conto del Ministero della Cultura francese e scoprì, nei pressi del villaggio di... Leggere il seguito

    Da  Pierluigimontalbano
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Cosa leggono gli inglesi e gli americani?

    Cosa leggono inglesi americani?

    Nel tentativo di prevedere i libri urban fantasy che arriveranno in futuro in Italia, dopo avervi presentato nel post precedente I am number four, il libro che... Leggere il seguito

    Da  Weirde
    CULTURA, LIBRI
  • Gli assistenti sessuali

    Esiste una figura professionale nata in alcuni paesi europei (Svizzera, Olanda, Germania), è una professione silente, incompresa, ridicolizzata, ma serissima: s... Leggere il seguito

    Da  Carlo_lock
    CULTURA, SOCIETÀ