Magazine Cinema

Happy End

Creato il 27 febbraio 2013 da Eraserhead
Happy EndChi ha solo il proprio lavoro, chi ha perso la patente, chi ha tentato di suicidarsi, chi ha debiti insolvibili, chi subisce e ne porta i segni inequivocabili su di sé.
Binomio da cui ci si poteva attendere buone cose quello vede l’incontro tra dramma scandinavo, per Happy End (2011) ci posizioniamo in Svezia, e la casa di produzione Zentropa che, e lo si può notare anche senza una visione capillare della sua prole, ha un occhio di riguardo verso le relazioni umane, o forse è il contrario: è il cinema di questa fredda porzione geografica che vuole sondare il ring solitario delle persone. Dove sta la verità non si sa, di certo la fatica di Björn Runge risponde all’identikit che ci si attendeva perché mostra quelle celle frigorifere in cui un’umanità variegata si trova a vivere; l’anestesia dei sentimenti è farcita con solitudine, amarezza e disincanto, introiezioni che vengono filtrate dal setaccio del sarcasmo, quel velo (qui molto sottile ad essere sinceri) di tragica ironia che viene utilizzato spesso in queste pellicole nordiche.
La coralità iniziale è apparentemente disarmonica visto che la storia tripartita viaggia su binari individuali, poi il regista compatta con piglio accettabile i vari rigagnoli giungendo a conclusioni dal gusto forte, o almeno abbastanza: una mamma che paga una ragazza per stare col proprio figlio infelice, e di conseguenza tale ragazza che scende a compromessi bassissimi pur di racimolare qualche soldo, sono soltanto due pennellate di un quadro che sotto la patina borghese cela croste di muffa grandi così. Ma credo che, anche solo leggendo codeste righe, il tono da appendice, ovvero la ripresa di situazioni trite e ritrite, sia il piccolo cancro che ammorba il film; non solo: dato che ormai viviamo in un mondo dove tutto è già stato raccontato, l’umile pretesa è quella di venire spiazzati, sorpresi, o per lo meno invogliati a proseguire, ciò non accade, e, al contrario, più si procede più le fondamenta tremano: c’è poco feeling con i personaggi (il fidanzato indebitato è una macchietta insopportabile), e di riflesso manca lucentezza alla vicenda.
Runge piazza qualche preziosismo degno di interesse, l’occhio ludico che si diverte a riprendere i visi degli attori negli specchietti dell’automobile ha un suo perché, come il pestaggio nascosto dal tronco di un albero. Il tutto è poi cucito da una messa in serie che ha reminescenze vontrieriane (la trilogia del cuore d’oro) in cui vengono letteralmente eliminati dei fotogrammi dalla pellicola. Accorgimenti gradevoli che non compensano un’opera vuota in partenza e svuotata dalla derivazione susseguente, il classico esempio di cinema che vorrebbe far male e alla fine risulta innocuo.  

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Happy Hallowe’en!

    Happy Hallowe’en!

    Ciao, sono la vostra Rory casalinga anni Cinquanta! Ho preparato i dolcetti e aspetto i bimbi che vengono a farmi Trick or Treat! Buon Alouino a tutti voi! Leggere il seguito

    Da  Rory
    CULTURA, MUSICA
  • Happy Halloween

    Per ricordarci che HAlloween non è una scusa per fare vandalismo o la fiera del petardo ambulante, ma festività con radici antiche e occasione per la buona... Leggere il seguito

    Da  Philomela997
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, LIBRI, STORIA E FILOSOFIA
  • Happy (long)week end

    Happy (long)week

    Buon ponte a tutti!!!Vi scrivo mentre faccio la valigia direzione Brennero....per sapere i miei spostamenti rimanete connessi su Instagram, Twitter e... Leggere il seguito

    Da  Mery12
    CULTURA, FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • this week end...

    this week end...

    questo week end mi voglio rilassare, non lamentarmi del tempo, uscire, fare la lista dei to do (lunghissima) che si accumula dal lunedì prima... non so bene... Leggere il seguito

    Da  Labibu
    CINEMA, LIBRI, LIFESTYLE, MODA E TREND
  • week-end “spettacolare”

    week-end “spettacolare”

    Sabato 6 luglio c’è la “notte bianca” a Casale Monferrato, con fuochi artificiali che si ammirano dalla passeggiata e dal ponte sul Po… uno spettacolo... Leggere il seguito

    Da  Locandadellarte
    ARTE, CULTURA
  • Incontri del Week end

    Incontri Week

    Flash post, per ricordarvi gli incontri fissati questo week end a Roma e dintorni: Venerdì 12 Luglio: Libreria Mondadori, centro commerciale La Romanina,... Leggere il seguito

    Da  Francescofalconi
    CULTURA, EVENTI
  • Happy weekend!

    Happy weekend!

    Ciao ragazze, programmi per questo week end? sembra quasi che l’autunno stia per arrivare, il cielo un po’ grigetto, l’aria già più fresca, le giornate si sono... Leggere il seguito

    Da  Momsinthecity
    MATERNITÀ, PER LEI

Magazines