Magazine Animazione

I cartoni

Creato il 11 settembre 2013 da Selena
Cartoni della Disney Channel:
- tutti son buoni, anche Capitan Uncino
- anche i cattivi alla fine son buoni ma comunque fan la figura degli scemi e non son mai davvero cattivi
- i personaggi buoni son i bimbi, e per internazionalizzare il tutto c'è sempre la bimba mulatta strafiga, il biondino grassoccio mona, l'alto moro e di fatteze asiatiche superintelligente
- sempre animali parlanti o giochi che si animano accompagnano i personaggi, immancabile che uno dei due sopra citati abbia infinite paranoie che i protagonisti minimizzeranno e aiuteranno a superare
- spesso improntati sui videogiochi, se i personaggi fanno una buona azione vincono qualcosa, soldini ovviamente (e cosí i nostri figli ce li chiedono se son buoni??)
- immancabili canzoncine stupide che ti rimangono in testa tutta la giornata e non le sopporti!
- i personaggi parlano con i bambini, pausa dopo le loro domande dove i bambini, da casa, rispondono. Vuoi entrare nella mia casa, dice Topolino, pausa, Bene!! risponde come un deficiente!! La parola d'ordine per entrare é misca musca mikey mouse...ma che cavolo di parola d'ordine é!!
- buonismo onnipresente in tutti gli episodi che seguono uno schema regolare dove cambiano solo qualche battuta e i personaggi secondari.
Ora mi chiedo: siamo cresciuti con cartoni violenti, scurrili, razzisti, sporcaccioni, divertenti, che seguivi puntata dopo puntata e ti raccontavano una storia (si, anche in holly e bengie c'era la storia in mezzo alle partite di calcio!!) e siamo comunque persone normali (piú o meno, dai, hehehe).
I nostri figli che crescono con sti cartoni dove imparano che tutti son buoni, che se non lo sono si convertono, belli, bravi, intelligenti, gentili, corretti, senza difetti, senza culi grandi, brufoli, con voci angeliche, ma cos'avranno in testa???
Mah, scusate, io continuo a preferire i vecchi cartoni socially and politically incorrect che almeno mi divertivo!!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet Ci sono momenti storici condannati a restare indelebili nella coscienza di una nazione: l'assassinio di John Fitzgerald Kennedy, 11 settembre a parte, è... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet A distanza di tre anni da Meek’s Cutoff, torna in concorso a Venezia Kelly Reichardt con Night Moves. La vicenda che la regista indipendente americana... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet Under The Skin si guadagna tranquillamente un gradino del podio dei film più brutti del concorso sinora. Jonathan Glazer, famoso più che altro per i suoi... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet Sarà un altro Leone d’oro? Dopo aver vinto il riconoscimento più importante alla Mostra di Venezia del 1994 con Vive l’amour, Tsai Ming-liang ha... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet Sbarca al Lido anche il francese Philippe Garrel che presenta in concorso il suo La jalousie; protagonisti, il figlio Louis, ormai una costante nella... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    i-FILMSonline

    Tweet Spesso il cinema si è interrogato sul valore feticistico del filmare, powellianamente concepito come attrazione scopofila verso la morte al lavoro o... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA
  • i-FILMSonline

    Tweet Il nuovissimo sito Farina.tv è un portale interamente dedicato alla lavorazione della farina nelle sue varie declinazioni: dalla pizza ai dolci fino al... Leggere il seguito

    Da  Ifilms
    CINEMA, CULTURA

Magazines