Magazine Società

I love you Babe

Creato il 24 luglio 2010 da Lucas

Qualche riflessione in merito alla tesi di laurea di Barbara Berlusconi (d'ora in poi: Babe). Innanzitutto: congratulazioni alla neo-laureata. Di poi: certo che ha ragione la professoressa Roberta De Monticelli a dire certe cose, ma ella non ha criticato Babe, bensì il rettore dell'Università San Raffaele, Don Luigi Verzè: è a lui che andrebbero lanciati gli strali di manifesta sudditanza nei confronti dell'Imperatore, come ben ha mostrato anche Michele Boldrin (mi piacerebbe sentire con quali argomenti Massimo Cacciari replicherebbe alle critiche di questi).

Ma torniamo a Babe: essere figli di Silvio Berlusconi (d'ora in poi: Cesare) non è una colpa: sono cose che càpitano, raramente, ma càpitano. E poi, in fondo, perché non nutrire la speranza che, a volte, i figli siano migliori dei padri (o madri) soprattutto in regimi "imperiali" come il nostro? Secondo me, a bocce ferme, la cosa migliore sarebbe leggere la tesi di Babe senza alcuna pregiudiziale. Certo che una figlia di Cesare studi e si laurei su Amartya Sen è una notizia che dovrebbe riempire di gioia: è come se la figlia di Putin si laureasse su Anna Politkovskaja, come se la figlia di Bush si laureasse su Noam Chomsky, come se la figlia di Chavez si laureasse su Jeorge-Luis Borges, come se la figlia di Fidel Castro si laureasse su Friedrich von Hayek, come se la figlia di Ahmadinejād si laureasse su Salman Rushdie, come se la figlia di Cosentino si laureasse su Saviano, come se la figlia di Dell'Utri si laureasse su Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, come se la nipote del Papa si laureasse su Richard Dawkins.

Inoltre, in tutta questa polemica, non ho ben capito se la tesi di Babe sia stata considerata meritevole di pubblicazione dalla suddetta università. Se così fosse sarebbe, credo, possibile richiederne copia in lettura. Addirittura sarebbe doveroso che qualche casa editrice si facesse avanti per pubblicarla, magari anche quella piccola e marginale con sede a Segrate e presieduta dalla sorella Marina.

Infine: tra i figli di Cesare, Babe è quella che preferisco; non vorrei che una subdola campagna mediatica di certa cattiva stampa di sinistra me la sciupasse anzitempo. Non è il caso, no, per favore. I figli sono gli unici che possono commettere un parricidio (simbolico o meno).


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I vicari

    Quel pomeriggio che mi dovevano esaminare Sulle principali verità della fede Superata ogni prova preliminare Ero vicino al giudizio più alto Ti interrogherà –... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I bambini e i viaggi

    bambini viaggi

    Da piccola ho sempre fatto lunghi viaggi in auto con la mia famiglia. Erano anni diversi, le auto erano meno comode e non esistevano le cinture di sicurezza. Leggere il seguito

    Da  Tigella
    BAMBINI, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • I valori

    valori

    “I gay sono malati e deviati, hanno bisogno di aiuto psicologico, dobbiamo scoprire dove sono e identificarli, e se sono clandestini devono venir espulsi. I... Leggere il seguito

    Da  Olineg
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • I nostri antenati, i Romani

    Lord Macaulay, mentre presentava l'Indian Education Act al Parlamento di Londra, disse: “Per contenere tutta la letteratura indiana basta un solo scaffale di un... Leggere il seguito

    Da  Zfrantziscu
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I giusti

    Mi è capitato oggi di leggerla per la prima volta in una mail che mi è stata girata. Dal posto di lavoro (per dire!?). Fantastica. Perchè riconcilia sempre e... Leggere il seguito

    Da  Cappellaio
    SOCIETÀ
  • Orda nera. I documenti (I)

    Orda nera. documenti

    “Bombe contro le sedi dei partiti di sinistra a Partinico. Di Notte e senza vittime” (Giulio Andreotti, 1947, L’anno delle grandi svolte nel diario di un... Leggere il seguito

    Da  Casarrubea
    CULTURA, SOCIETÀ, STORIA E FILOSOFIA
  • i chierichetti

    chierichetti

    Andrea Tornago Patrizia D’Addario per gli italiani è una scostumata che prima è andata a letto con Silvio Berlusconi, ha goduto grazie alle prestazioni del... Leggere il seguito

    Da  Bracebracebrace
    SOCIETÀ