Magazine Società

I-Pad o non I-Pad... questo è il problema

Creato il 31 maggio 2010 da Mariellacaruso
I-Pad o non I-Pad... questo è il problema
In bilico... non tra santi e falsi dei, come cantavano i Negramaro evocando un Estate che almeno a Milano non si decide ad arrivare, ma fra tradizione e tecnologia. Una lotta impari, almeno in apparenza. Chi preferirebbe continuare a fare il bucato a mano piuttosto che utilizzare la lavatrice? In realtà c'è ancora, come si ostina a fare la mia mamma, a preferire la spugna insaponata alla lavastoviglie. Questione di punti di vista. Gli stessi sui quali mi trovo a riflettere anch'io da un paio di giorni a questa parte, ovvero da quando l'I-Pad ha fatto il suo ingresso trionfale anche in Italia. La tavoletta di Steve Jobs, rivoluzionario oggetto destinato (dicono) a rappresentare il primo vero passo verso l'addio ai giornali di carta e, ancora di più, ai libri riuscendo lì dove gli e-reader hanno fallito, ha scatenato un intenso dibattito tra la mia parte razionale e quella irrazionale.
Premesso che l'I-Pad sarà uno dei regali che mi farò quanto prima appartenendo già a quella nuova generazione di lettori digitali che gongolano nel pensare di poter leggere i giornali ancora prima di alzarsi, non riesco comunque ad immaginare la mia vita senza quel godurioso piacere che si prova nel girare le pagine di un libro, perdersi nel profumo di una libreria, sottolineare le frasi destinate a rimanere nella memoria... o, come mi ha ricordato un amico, addormentarsi in spiaggia mettendosi il libro sul viso. Tutte cose impossibili tenendo fra le mani un I-Pad.
Di contro razionalmente mi stuzzica l'idea di andarmene in giro con una libreria mobile, decine e decine di titoli a portata di tablet, mesi di quotidiani consultabili con un clic dovunque io sia senza dover fare, periodicamente e con grande rammarico, piazza pulita delle pile di giornali che accumulo in ogni angolo della casa.
I-Pad o non I-Pad... questo è il problema
Quindi ricorrerò a una forma di 'compromesso storico' tra le mie due anime con l'I-Pad insostituibile strumento di lettura con il quale snellire la libreria lasciando spazio ai libri che lo meritano... a partire dal 'Giornalino di Gian Burrasca', prima ed insostituibile lettura della mia infanzia trovata anche in rete... ma senza la sua copertina verde smeraldo per merito della quale imparai a nuotare (ma questa è un'altra storia).

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Apple I-pad e le energie rinnovabili

    Apple I-pad energie rinnovabili

    L’i-Pad, il nuova tablet portatile della Apple, sarà la nostra interfaccia nel monitoraggio dei consumi energetici domestici. La promessa è della Visible Energy... Leggere il seguito

    Da  Geolo
    TECNOLOGIA
  • EEE Pad: ufficiale, immagini e caratteristiche

    Pad: ufficiale, immagini caratteristiche

    Anche Asus ha finalmente ufficializzato il proprio Tablet, vediamo insieme qualche immagine e le caratteristiche: Display 12″ Processore Intel Core 2... Leggere il seguito

    Da  Xcloud
    TECNOLOGIA
  • I leghisti cuociono i bambini

    leghisti cuociono bambini

    di Piero Tieni I genitori dei bimbi che frequentano la ...Leggi ancora | Pubblicato da PieroTieni | Commenti &nb..;. Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    INFORMAZIONE REGIONALE, SCUOLA, SOCIETÀ
  • I vicari

    Quel pomeriggio che mi dovevano esaminare Sulle principali verità della fede Superata ogni prova preliminare Ero vicino al giudizio più alto Ti interrogherà –... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • I bambini e i viaggi

    bambini viaggi

    Da piccola ho sempre fatto lunghi viaggi in auto con la mia famiglia. Erano anni diversi, le auto erano meno comode e non esistevano le cinture di sicurezza. Leggere il seguito

    Da  Tigella
    BAMBINI, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • I valori

    valori

    “I gay sono malati e deviati, hanno bisogno di aiuto psicologico, dobbiamo scoprire dove sono e identificarli, e se sono clandestini devono venir espulsi. I... Leggere il seguito

    Da  Olineg
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • I nostri antenati, i Romani

    Lord Macaulay, mentre presentava l'Indian Education Act al Parlamento di Londra, disse: “Per contenere tutta la letteratura indiana basta un solo scaffale di un... Leggere il seguito

    Da  Zfrantziscu
    CULTURA, SOCIETÀ