Magazine Diario personale

Il Bicentenario…

Creato il 08 febbraio 2012 da Paperottolo37 @TopoDiBiblio

Ciao a tutti voi carissimissssssssssssssssimissssssssssssssssssssssssssssimi amici miei…!!!

Come state???

Procede bene questa vostra settimana???

Io oggi ho ricominciato a mettere il mio nasino non propriamente greco fuori dal portone del mio palazzo…!!!

Dico così perchè già dall’altr’ieri ad uscire raggiungendo la non disprezzabile distanza, in linea d’aria, di una trentina di metri dal mio appartamento (ma forse anche meno!!!)…!!!

“Che luogo si potrà mai raggiungere percorrendo così pochi metri???”, vi domanderete ora voi carissimissssssssssimissssssimi amici miei.

He!!! He!!! He!!!

In così pochi metri si raggiungono, dal mio appartamento sito al primo piano, le cassette della posta poste (scusate il bisticcio ridondante e cacofonico di parole!!!) al piano terra, a ben due rampe di scale di distanza…!!!

Ma non è del mio “Ritorno nel Mondo” che voglio parlarvi stasera.

Facendo infatti ammenda per il colpevole ritardo di un giorno oggi voglio parlare di uno dei miei scrittori preferiti: Charles Dickens…!!!

Ieri, infatti, nel giorno nel quale, da piccolo, festeggiavo il primo dei miei due Onomastici nel corso dell’anno, poi ho optato per mantenere solo il secondo, ovvero quello del 3 aprile (preferendo il mio predecessore Vescovo al Regal predecessore che si è festeggiato ieri!!!), nasceva, due secoli orsono proprio il Grandissimo Charles Dickens.

Nel corso di quest’anno sono previsti una serie di eventi, nonchè di ristampe delle opere dickensiane, almeno le principali, per festeggiare l’Evento e gente più quotata e titolata di me si sta cimentando e si cimenterà nel ricordo del papà, tra gli altri, di Scrooge, Oliver Twist, David Copperfield e, come dimenticarlo, di Philip (Pip) Pirrip…!!!

Chi è Pip???

CHI E’ PIP???

Ma come???

Non ci posso credere…!!!

Non ricordate il protagonista di “Grandi Speranze”???

Ahhhhhh…!!!

Stavate solo tirandomi un tiro carnascialesco…!!! ^__________^

Scusate questo secondo bisticcio di parole, per giunta nemmeno troppo corretto grammaticalmente…!!!

Questa mia storiella vuol essere solamente una mia sorta di tributo ad uno Scrittore che non lascia mai “tranquilli” i propri lettori…!!!

Nel senso che normalmente si è portati a pensare, e d’altronde la stragrande maggioranza degli scrittori ne fornisce il motivo, che in un romanzo i buoni siano totalmente buoni ed i cattivi DAVVERO cattivi…!!!

Con Dickens questo non avviene…!!!

Perciò ho detto che non lascia mai tranquilli i propri lettori…!!!

O meglio, i lettori che meglio lo conoscono e ne conoscono, nonchè amano, le opere, sanno benissimo cosa troveranno tra le pagine di un romanzo di Dickens quanto a personaggi ed anche a vicende…!!!

I “Lettori alle Prime Armi” invece possono restare, per altro comprensibilissimamente, spiazzati…!!!

“Ma come???”, si diranno questi “poveri lettori”, “questo personaggio dovrebbe essere uno dei buoni??? Come mai Dickens lo dipinge così severamente???”

Ad esempio: avete presente “La bottega dell’antiquario“???

Qui il “cattivo” dovrebbe essere, e per quanto attiene al proprio copione lo è indiscutibilmente, il nano Quilp…!!!

Ebbene…

State attenti leggendo il libro a quanti “Falsi Buoni” vi compaiono…!!!

Primo tra tutti il vecchio antiquario, scialacquatore di sostanze al gioco che si dimostra ben poco “buono”…!!!

Anzi…!!!

Ma di questo avevo già parlato a suo tempo in una delle storielle splinderiche che da qualche giorno si sono riunite a queste di WordPress e quindi vi basterà scartabellare un tantino tra i vari “tag” per ritrovare la storiella “incriminata”…!!!

E che dire di un altro Capolavoro dickensiano, ossia “Casa Desolata“???

Dal titolo si è portati a pensare che i protagonisti verranno condotti a vivere in una stamberga alla massima potenza…!!!

Ed invece la “Casa Desolata” del titolo è una casa tutt’altro che “desolata”, o “squallida”  come la chiama il Re del Brivido, uno dei Grandi Scrittori Contemporanei che a Dickens hanno reso omaggi in più di un’occasione ed in più d’un romanzo (!!!), citandola nel suo Splendido “Mucchio d’ossa“.

Per la verità i protagonisti transitano per una vera e propria “casa squallida”, oltremodo squallida (!!!), prima di giungere a “Casa Desolata”.

Ma quella casa non poteva che essere “squallida”…!!!

E come avrebbe potuto la “padrona di casa” occuparsi delle “monotone” e “sciatte” faccende casalinghe, impegnata com’era ad occuparsi dei bisogni dell’infanzia africana???

Di come fosse ridotta l’infanzia più prossima a questa “Filantropa telescopica”, come la definisce lo stesso Dickens è pietoso tacere…!!! ^_________^

Insomma quest’anno ricorre il Bicentenario della nascita di una delle penne più straordinarie che siano mai vissute…!!!

Ed io, per festeggiare degnamente questa ricorrenza, da stasera mi sto godendo “Le avventure di Oliver Twist“, altro romanzo nel qualche Dickens non lesina certo bastonate inaspettate…!!! ^_________^

Ma di questo avremo tempo e modo di parlare in futuro!!! ^___________^

Bene…!!!

Ed anche per questa sera siamo ormai giunti al  termine…

Concedetemi ancora solo pochissimi istanti per poter ringraziare tutte e tutti voi per la pazienza e la cortesissima attenzione che una volta di più avete deciso di dedicarmi e per potervi rinnovare l’appuntamento con la nostra prossima “Storiella da Blog”…!!! ^________^

Sempre qui tra queste pagine…

E sempre che a voi continui a far piacere seguirmi e leggermi…!!! ^____________^

Per ora vi saluto augurandovi una splendida rimanenza di serata, una serena notte ed un meraviglioso giovedì…!!! ^_____^

Buona lettura, come sempre, a tutti voi carissimissssssssssssssimisssssssssssssssssssssssssssssimisssssssssssimi amici miei…!!! ^____________^

Riccardo



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog