Magazine Cultura

Il blog chiude

Creato il 08 maggio 2012 da Sekhemty

Il blog chiude

Esatto. Sono già diversi mesi che non viene più curato come dovrebbe, gli articoli sono pochi e pubblicati raramente, e a me la cose piace farle bene o non farle affatto.
È già da un pò che penso al da farsi, la decisione fondamentalmente è già stata presa tempo addietro e l’unica cosa che mancava era di annunciarlo.

Le motivazioni che stanno alla base di questa decisione alcuni le conoscono già.
Per me la situazione attuale è tutto fuor che semplice, fra problemi di carattere personale ed altri creati dalle circostanze sociali ed economiche che tutti sappiamo e che non solamente io sto vivendo, vengono a mancare le energie da dedicare a cose di secondaria importanza.
Non mi va di dilungarmi, basti sapere che il problema è che manca il lavoro, con tutte le conseguenze del caso. Punto e a capo, c’è poco da aggiungere.

Quando le cose importanti vacillano, le altre assumono tutte i connotati di “perdite di tempo”, ed in questo momento non ho voglia di dedicarmi a cose che alla fine dei conti non mi portano nessun beneficio concreto e che sottraggono tempo ed energie da altre che invece sono prioritarie.
In più, c’è anche da dire che la formula che ho sempre utilizzato per i miei articoli poteva essere buona inizialmente ma adesso mi pare troppo schematica e rigida, ed anche senza contare la presenza delle circostanze suddette, un cambio di rotta sarebbe stato necessario in ogni caso.
Insomma, se riaprirà i battenti, qui o altrove, sarà comunque qualcosa di diverso, questa esperienza in ogni caso è finita. Comunque nulla verrà cancellato, i vecchi articoli restano qui.

Rimane comunque in piedi la mia collaborazione con Il Futuro è tornato, la blogzine di fantascienza che ho contribuito a creare; nonostante abbia due mesi scarsi di vita ha già riscosso un buon successo e sta procedendo speditamente verso quello che è il suo obiettivo primario, ossia promuovere la fantascienza come cultura e mettere in contatto tutti gli sfollati di questo genere: non posso che fare i complimenti ai miei incliti colleghi futuriani.

Ringrazio tutti quelli che nei due anni scarsi in cui il blog è stato online lo hanno seguito, reso vivo con i loro commenti o semplicemente sono passati di qua per caso, ma il pulmino è arrivato all’ultima fermata e bisogna scendere.

P.S. Avevo pensato di non permettere i commenti perchè non ho nessuna voglia di dover rispondere a frasi di circostanza con altrettante frasi di circostanza, per quanto ciò possa apparire maleducato non ho voglia di spiegare altro e non mi servono nè commiserazione nè solidarietà astratta. Alla fine dei conti però è una cosa poco simpatica e contraria ai miei modi di fare, quindi lo spazio qui sotto è aperto.
Fate i bravi ed usatelo saggiamente, evitando banalità. E, mi raccomando, non pisciate.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine