Magazine Cultura

La scienza in festa

Creato il 20 marzo 2012 da Sekhemty

La scienza in festaAvete mai sentito parlare del Carnevale delle Scienze?
Si tratta di una simpatica iniziativa nata nei paesi anglosassoni, volta alla promozione e divulgazione di tematiche scientifiche in maniera simpatica ed originale.

Ma in che cosa consiste? Si tratta di un appuntamento, solitamente a cadenza mensile, in cui scienziati professionisti, divulgatori e semplici appassionati, nella giornata stabilita, pubblicano sui propri blog articoli riguardanti i temi che di volta in volta vengono proposti; una caratteristica dei carnevali è che i temi proposti non sono vincolanti, ed anche se sarebbe comunque consigliato presentare articoli attinenti chiunque voglia può partecipare liberamente: è possibile proporre argomenti storici, artistici o letterari, purchè attinenti alle scienze.

L’evento viene ospitato ogni volta da un blog diverso, che funge da punto di riferimento e da indice per tutti coloro che desiderano partecipare: sul blog ospitante nel giorno stabilito viene pubblicato l’elenco di tutti i partecipanti completo di link ai vari articoli.

Per questa volta noi italiani non dobbiamo fare la figura da fanalini di coda, perchè già da diverso tempo abbiamo non uno ma diversi Carnevali, ognuno dedicato ad una disciplina scientifica o ad una particolare tematica ad esse legata; si tratta di una cosa molto interessante, vuoi perchè permette anche a chi non essendo del mestiere non ha a che fare con questi temi quotidianamente, vuoi perchè spesso negli articoli pubblicati esce sempre qualche curiosità degna di nota.
Personalmente sono venuto a conoscenza di queste iniziative attraverso le pagine del Chimico Impertinente, il blog dell’amico Paolo “Gifh” che merita senza dubbio una vostra visita, non fosse altro per consultare il censimento dei blog scientifici italiani.
Ma vediamo cosa c’è a nostra disposizione.

La scienza in festa
Iniziamo con il Carnevale della Fisica, patrocinato da Gravità Zero e dall’Unione Astrofili Italiani, che va online il 30 di ogni mese.
Attualmente è giunto alla 29a edizione; il tema di questo mese è “Fisica e Bolle” e viene ospitato sul blog di Marco Casolino.
La scienza in festa
Dopo la fisica non puù mancare il Carnevale della Chimica, sponsorizzato sempre da Gravità Zero e dall’associazione Chimicare, il cui appuntamento mensile è fissato per il giorno 23.
L’edizione di Marzo è la 15a, l’argomento affrontato è “La chimica dei farmaci” e il blog ospitante è Questione della decisione
La scienza in festa
Il 14 di ogni mese invece c’è l’appuntamento con il Carnevale della Matematica, il primo dei carnevali scientifici italiani, ideato e gestito da Maurizio Codogno.
Questo mese la rassegna è giunta all’edizione n° 47, e sulle pagine di DropSea, dopo aver esaminato in dettaglio le proprietà del numero 47, il tema è stato la celebrazione del “Pi Day“.
La scienza in festa
Appuntamento non mensile ma bimestrale per il Carnevale della Biodiversità, di cui purtroppo sono riuscito a reperire pochissime informazioni.
Se non vado errando, l’ultima edizione dovrebbe essere stata la 6a, ospitata su Oggi Scienza, dedicata ai rettili: il tema è stato “Parenti Serpenti”
La scienza in festa
Last but not least
, segnalo il Carnevale dei Libri di Scienza. Come facilmente si intuisce, più che essere dedicato ad una particolare disciplina, questo carnevale si occupa delle opere dedicate alla di
vulgazione e all’approfondimento della scienza in ogni sua forma.
L’iniziativa, giunta all’edizione n° 6, è sponsorizzata da Scienza Express Edizioni e questo mese è ospitata sul blog della Libreria Baobab.
Il tema dell’edizione è “Libri e Numeri”, ed ho avuto il piacere di partecipare anche io con la mia recensione di venerdì scorso, quella del volume di Simon Singh sull’Ultimo Teorema di Fermat.
Dopo questa carrellata, non posso che ringraziare tutti coloro che, nonostante il clima spesso avverso, si dedicano ad una cosa così importante come la promozione delle scienze. Perchè a differenza della malsana idea che spesso si vuole far passare, la scienza oltre ad essere indispensabile è pure divertente, oltre ad avere alle spalle una storia avventurosa e piena di colpi di scena.
E, naturalmente, it works.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine