Magazine Media e Comunicazione

Il consumatore postmoderno

Creato il 20 febbraio 2011 da Bianchi


Il consumatore postmoderno

"Radio Personalizzata", azienda leader nella realizzazione di Brand Radio


Siamo entrati prepotentemente nell’epoca della post-modernità periodo caratterizzato da una forte sinergia fra quello che è arcaico e lo sviluppo tecnologico, fra il progresso e il primitivismo  (Maffesoli, 2000). Crediamo sempre meno che il progresso sia in grado di cambiare la vita e il mondo. Trasferita nell’ambito dei consumi questa credenza ha portato gli studiosi del comportamento dei consumatori a elaborare una visione  esperienziale del consumo che conferisce più importanza alla soggettività dell’individuo. Il consumatore è alla ricerca di una gratificazione edonistica e di una propria identità in un contesto sociale nuovo e trasformato. Questa nuova visione spiega il successo dei concept store  (Aveda, Apache, Bass Pro Shop, L’Occitane) dimostrando l’importanza crescente del reincanto del consumo che si traduce commercialmente in abitudini e atti specifici come il fun shopping, il retailtainment o lo shoptainment. I “nuovi” consumatori /acquirenti vogliono testare i prodotti, intrecciare rapporti sociali con i venditori e gli altri consumatori, avere forti emozioni (Carù e Cova, 2007).In questo contesto si spiega l’affermarsi di nuovi media, come ad esempio le radio instore, che rappresentano un valido strumento per comunicare in tempo reale con il consumatore, arricchendo di connotazioni emozionali la "shopping experience".

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il piano di marketing - Conoscere il target

    piano marketing Conoscere target

    Anche la Levi’s, una delle più grandi aziende di abbigliamento al mondo, ha fatto i suoi errori. Appena conquistato il predominio sul business dei jeans perse... Leggere il seguito

    Da  Piero Iacono
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Il Sole Brilla

    Sole Brilla

    Sono state diffuse ieri le rilevazioni Audipress relative al 2° periodo 2010. La differenze percentuali dei dati disponibili non sono su periodi omogenei a caus... Leggere il seguito

    Da  Pedroelrey
    MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Il piano di marketing – Il posizionamento

    Gran parte di ciò che è stato scritto sul Posizionamento aziendale non fa che complicarne la comprensione. Vediamo di darne una spiegazione semplice. Il... Leggere il seguito

    Da  Piero Iacono
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Il passato e il futuro della TV

    La televisione non morirà ma verrà inglobata dal web. Questa l'opinione di Brian Johnson, Consumer Experience Architect (Architetto dell'Esperienza del... Leggere il seguito

    Da  Shabo
    INTERNET, MEDIA E COMUNICAZIONE, TELEVISIONE
  • E' il 1987..

    1987..

    E' il 1987, piove, una bambina con l'impermeabile giallo è appena stata lasciata a piedi dal pulmino della scuola, ed essendo sprovvista di cellulare, da brava... Leggere il seguito

    Da  Tiziana50mq
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • Il piano di marketing – Il prodotto

    “Quando capita un insuccesso, evito sempre di dire «il pubblico è cretino», perché sarei un bimbo che picchia la testa contro il tavolo e dice «è cattivo il... Leggere il seguito

    Da  Piero Iacono
    MARKETING E PUBBLICITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE
  • A morte il mostro evviva il cinepanettone

    morte mostro evviva cinepanettone

    Come di solito avviene in quest’Italia guardona morbosa, nella Nazione dell’orrore nazionalpopolare, nello Stato della lacrima compresa nel canone Tv, quando... Leggere il seguito

    Da  Laperonza
    ATTUALITÀ, MEDIA E COMUNICAZIONE, SOCIETÀ