Magazine Diario personale

Il funerale di lucio dalla e le rivendicazioni gay

Da Maricappi
Uno dei momenti più intensi della televisione italiana degli ultimi tempi, strano a dirsi, è stato il funerale di Lucio Dalla
Tangibile il grande dolore traspirato dalle semplici parole di Marco Alemanno, suo compagno di vita.
Marco Alemanno ha dato voce a tutti gli amori omosessuali.
E’ credo che non ci sia stata ipocrisia da parte della chiesa perché lo ha lasciato parlare.
Non era dunque necessario urlare ai quattro venti l’omosessualità come ad un Gay pride, così come richiesto a gran voce da alcune rappresentanze dell’orgoglio gay.
In una compostezza generale l’Italia intera si è commossa dinanzi a quel dolore ed il rispetto è prevalso sullo stupore di chi non sapeva.
Vorrei capire insomma cos’è l’amore, dov’è che si prende, dov’è che si dà”, narra Dalla nella canzone “le rondini” e sussurrata con emozione dal ragazzo nel ricordarlo.
L’amore è un sentimento intimo e come tale va rispettato e lasciato alla libertà dei singoli.
Marco Alemanno ha segnato un momento importante per i gay e le lesbiche d’Italia.
Ha parlato su un sacrato di una chiesa del suo amore gay.
I gay ne prendano atto.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog