Magazine Lavoro

Il lungo viaggio Cisl (verso dove?)

Da Brunougolini
C'era una volta (anni 50) il "sindacato democratico" contrapposto al "sindacato comunista", ovvero un sindacato responsabile e un sindacato rivendicativo, secondo lo schema di Mario Romani. Oggi la contrapposizione sarebbe tra sindacato "adattivo", con la centralità nelle relazioni industriali e un sindacato con la centralità nella presenza politica. Uno magari in preda alla sindrome del si e l’altro in preda alla sindrome del no. E’ un po’ questo il filo conduttore de “La lunga marcia della Cisl, 1950-2010” (edizioni Il Mulino) autore Guido Baglioni, professore emerito dell’Università di Milano Bicocca.
E’ un’analisi delle varie tappe di questa “lunga marcia” ma alla fine verrebbe voglia di chiedere “verso dove?”. Baglioni potrebbe comunque rispondere che proprio l’assenza di finalità è un punto di differenza tra Cisl e Cgil. Essendo la Cisl, come scrive, non votata alla “emancipazione del lavoro”, esente “dal peso e dall'ansia per l'avvento della società socialista”.  Anche se, osserviamo, nello statuto della Cgil la finalità presente riguarda la Costituzione italiana.
Il racconto dello studioso si fa leggere, anche perché ricco di ricordi e riferimenti, attraverso intellettuali come Accornero, Trentin, Berta, Caselli, Tarantelli, Giugni. Oppure nell’incontro diretto con sindacalisti come Pastore, Storti, Macario, Carniti. Molti di costoro hanno contrassegnato il periodo  di un'altra Cisl (gli anni 60-70) sul quale l’autore lascia sospeso il giudizio. Si chiede “Si può parlare di eresia?” e risponde enigmaticamente “Si e No”. Sono gli anni dell’unità sindacale e di un’accesa disputa attorno ai metalmeccanici di Pierre Carniti. Con tanti che temevano il superamento dell’identità cislina.
Oggi questa identità prorompe e la scommessa di Pastore e Romani è vinta, dice Baglioni. "Siamo più vicini alla vasta applicazione del sindacalismo pragmatico e senza enfasi della Cisl”. L’autore non nasconde, certo, la crescente diseguaglianza sociale, la frammentazione dei lavori, ma, “non è più tempo di mobilitazioni di massa, proteste politiche, contratti collettivi di ampia portata”. Bisogna adattarsi perché "troppi diritti producono estraneità fra le parti”. Insomma bisognerebbe riconoscere – cosa che la Cgil non avrebbe mai fatto – “la posizione complessivamente più debole del sindacato”.
Eppure nelle stesse pagine troviamo (accanto a vicende comuni di concertazione e non di mera conflittualità, come nel 92-93) questa citazione (2008) di un dirigente Cgil come Riccardo Terzi: “Nelle attuali condizioni puntare solo sulla forza è una scelta suicida perché la forza non è solo nelle nostre mani. La mediazione politica diviene indispensabile".  Solo che ora, si perdoni la battuta, la mediazione sembra cercarsi preferibilmente col centrodestra. Così, senza un viaggio minimamente unitario, si rischia di non andare da nessuna parte.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il pompiere

    Quando si parla di esami e di scene apocalittiche associate, non dico di averle viste tutte ma quantomeno penso che nella mia carriera scolastica e universitari... Leggere il seguito

    Da  Piesio
    SOCIETÀ
  • Marchionne incassa e saluta: dedicato a quei fenomeni di Cisl e Uil

    Marchionne incassa saluta: dedicato quei fenomeni Cisl

    TORINO - La Fiat sarà americana: "Tra due o tre anni Fiat e Chrysler potranno diventare un'unica entità che potrebbe avere sede qui" negli Stati Uniti, dice... Leggere il seguito

    Da  Ilrusso
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Il mosaico

    mosaico

    Giuliano Ferrara è tornato in tv. Per me, che apprezzavo molto il suo Otto e mezzo, è una buona notizia. Ferrara è colto, sferzante nelle sue domande,... Leggere il seguito

    Da  Ilpescatorediperle
    POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Il Gerontocrate

    I vecchi subiscon le ingiurie degli anni, non sanno distinguere il vero dai sogni, i vecchi non sanno, nel loro pensiero, distinguer nei sogni il falso dal... Leggere il seguito

    Da  Mcg
    RELIGIONE, SOCIETÀ
  • Campania - Lucci (CISL) - Pronti alla mobilitazione (18.03.11)

    Campania Lucci (CISL) Pronti alla mobilitazione (18.03.11)

    Click to Play Campania - Lucci (CISL) - Pronti alla mobilitazione (18.03.11)----------------------------- Questa ed altre notizie le trovi su... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Il brododigiuggioledellelibertà

    "E' un grande, una grande persona, è uscito dalla villa camminando verso di noi" Addirittura!! "Gli ho presentato mia figlia che... Leggere il seguito

    Da  Pierotieni
    SOCIETÀ
  • Il mercato

    Una volta al mese chi può va a fare la spesa, se così si può definire il rifornimento di scatolame contenente surrogati di carne e verdure e bottiglie di acqua... Leggere il seguito

    Da  Harlan1985
    SOCIETÀ