Magazine Cinema

Il macellaio

Da Eraserhead
Il macellaioVe lo dico io qual è la scena più bella del film: quando la Parietti entra nella macelleria di Manojlović e una radio in sottofondo emette le magiche note di T’appartengo. Una roba da pelle d’oca intensificata dallo sguardo ittico dell’Alba nazionale che smarrita fra polli e conigli appesi al soffitto (!) tenta di tenere a bada i suoi bollenti spiriti per ordinare una bella bistecca. Il tutto mentre la verace cassiera osserva sorniona e la voce di Ambra Angiolini scivola tra l’ordinazione e le occhiate trepidanti. In una parola, spettacolo!
I know i know, come sicuramente saprete anche voi Il macellaio (1998) è un fulgido esempio di guano cinematografico che nonostante goda di una reputazione imbarazzante è più famoso di altri film ben più meritevoli di lui. Il perché è facile facile: lei, la protagonista. Alba Parietti. Godendo al tempo di una certa visibilità grazie alla tv ed essendo quindi un volto noto anche e soprattutto negli anni seguenti, ecco che un insofferente al tubo catodico come me medesimo, si va a vedere per pura curiosità cosa combina la soubrette torinese con ‘sto macellaio nerboruto.
In realtà combina ben poco, e quel poco verso la fine.
Prima c’è un’approssimativa disamina della sua situazione coniugale con alcune grane relative ad una adozione. Lo spessore dei personaggi è tale da renderli sagome di cartone guidate dalla modesta mano di Aurelio Grimaldi; la vicenda possiede ovviamente una povertà di fondo che tutto l’ambaradan messo in piedi poteva essere tranquillamente condensato in un corto di cinque minutini. E poi, come letto in altri siti, vi sono reminescenze fantozziane nell’avventura fedifraga: Manojlović come il panettiere Abatantuono, Alina come la Pina. Peccato non aver visto il marito tornare dal suo tour, se no altro che sfilatini negli armadi, grandi salsicce come se piovesse!
Tornando seri (lol). Oltre alla scena con l’Angiolini in sottofondo, ci sono altri momenti tristi che mi pare doveroso menzionare. Così, a random: Alba che spia il macellaio e la cassiera fare all’amore nella cella frigorifera, i pensieri spinti del negoziante che sembra riscuotere parecchio successo con le clienti nonostante le sopracciglia a spazzola rovesciata, il petting fra i due amanti che è una delle scene più goffe mai viste prima e il montaggio finale che alterna l’amplesso viulento dei due al coro che canta alleluia diretto dal marito cornuto.
Nel cast si possono ritrovare alcune superstar delle fiction nostrane come Giulio Base e Caterina Vertova. Presenze, manco a dirlo, inutili.
Ma non ho ancora risposto alla domanda più importante.
Lo faccio ora. Sì, aho, alla fine la Parietti nuda ha un suo perché, e si può passare oltre i due canotti sopra il mento, peccato che si veda sempre di sfuggita. Ah, di cose zozze non ne fa, a meno che non vi eccitiate per un po’ di yogurt sulle dita.
Cult dell’inutile.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il mistero dell’acqua

    mistero dell’acqua

    “Durante la notte fra il 5 e 6 Marzo 1873, due donne, immigrate norvegesi, furono barbaramente assassinate sulle Isole Shoals, una manciata di isole a 10... Leggere il seguito

    Da  Deasilenziosa
    CINEMA, CULTURA
  • Il ponte sul fiume Kwai

    ponte fiume Kwai

    Titolo: Il ponte sul fiume Kwai Titolo originale: Le pont de la Rivière KwaiAutore: Pierre BoulleAnno: 1952 Il libro… Il vero ponte sul fiume Kwai a Kanchanabur... Leggere il seguito

    Da  Charliecitrine
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Il Codice Da Vinci

    Codice Vinci

    Titolo: Il Codice Da VinciTitolo originale: The Da Vinci CodeAutore: Dan BrownAnno: 2003 Il libro La copertina della prima edizione USA Il contesto. Leggere il seguito

    Da  Charliecitrine
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Il signore delle mosche

    signore delle mosche

    Titolo: Il signore delle mosche Titolo originale: The Lord of the FliesAutore: William Golding Anno: 1954 Il libro  Copertina della prima edizione inglese ... Leggere il seguito

    Da  Charliecitrine
    CINEMA, CULTURA, LIBRI
  • Io aspetto il momento giusto

    aspetto momento giusto

    So  che le mie amiche l’hanno già fatto; so che io sono forse la sola che lo deve ancora fare e questo mi fa sentire diversa, come malata, mi fa sentire come ... Leggere il seguito

    Da  Dallomoantonella
    CULTURA, PER LEI, SESSO, SESSUALITÀ, SOCIETÀ
  • Il Regime di Realtà – parte II

    Regime Realtà parte

    AVVERTENZE: questo articolo è scritto in tono volutamente provocatorio e satirico.  È, altresì, generalista e contiene espressioni scurrili. Settimana strana.... Leggere il seguito

    Da  Elgraeco
    CINEMA, CULTURA
  • La scienza afferma che a 40 anni è il momento migliore per il sesso!

    scienza afferma anni momento migliore sesso!

    Il mio risveglio domenicale è stato all’insegna di questa ennesima informazione sessuale, che riporto testualmente : “Alla vigilia dei fatidici anta il desideri... Leggere il seguito

    Da  Ilsegnocheresta By Loretta Dalola
    PER LEI, SESSO, SESSUALITÀ

Magazines