Magazine Cultura

Il mondo è vostro!

Creato il 03 gennaio 2012 da Andresilver @VivereaOrecchio

Il mondo è vostro!Giornalista, scrittore, viaggiatore, esperto di vita o semplicemente un "grullo" come amava definirsi. Chiamatelo come volete, quello che è sicuramente assodato è che Tiziano Terzani era un Uomo.
Uno di quegli uomini con la U maiuscola che amava vivere la vita senza pregiudizi e dogmi predefiniti che ostacolano ciò che lui professava da tempo: capire chi si è veramente.
I suoi libri e la sua storia, d'altronde, certificano ciò che Terzani voleva cercare di essere.
Pacifista convinto, tanto da arrivare ad interrompere la sua esperienza eremita ai vertici dell'Himalaya pur di rispondere alle invettive di Oriana Fallaci che, in seguito alla tragedia dell'11 settembre, cavalcava l'onda della violenza e della vendetta, "aizzando il cane che è in ognuno di noi" come diceva lo stesso scrittore Toscano.
Da questa vicenda nacque proprio uno dei suoi libri a mio avviso più inzuppati di vita, "Lettere contro la guerra", nel quale tifava senza troppo mistero per la "non violenza", condannando la guerra e le barbarie originate sempre dalla sete di vendetta.
Il mondo è vostro!"L'indifferenza è la più grande malattia del nostro tempo" - diceva Terzani - "Questo cinismo con cui siamo abituati a crescere. Ma non dobbiamo darcene tutta la colpa. E' il sistema che ci porta a vivere così. Tu capisci devi alzarti alle sette, suona la sveglia, devi prendere il caffè di corsa, alle 8 ti aspetta l'autobus, alle 9 devi timbrare il cartellino, poi devi uscire a prendere il bambino e riportarlo a casa, tornare a fare la spesa, fare da mangiare.. la sera guardi il telegiornale e sei morto.. un massacro in Uganda, il genocidio in Rwanda, 20 morti a Baghdad e si diventa indifferenti.".
Parole chiare con le quali Tiziano indicava senza fronzoli il proprio punto di vista, orientato nel capire chi sono gli altri e che cosa vogliono gli altri, non certo per giustificare i loro assassini, ma per cercare di eliminare le ragioni che portano alla violenza.
Da sempre sostenitore del fatto che quello che può mettere fine al terrorismo non sono le bombe figlie del desiderio di vendetta, ma, bensì, l'eliminazione delle ragioni che danno vita al terrorismo, uno dei problemi più rilevanti sollevato dallo scrittore Toscano era proprio questo: ci è sempre più impedito di sapere che cosa vogliono gli altri, chi sono gli altri, impedendoci così di comprendere tutto ciò che appartiene ad un mondo diverso dalla nostra cultura occidentale; un mondo pieno di gente che non vuole vivere come noi, sognare come noi, mangiare come noi e che ingloba, allo stesso tempo, parte della nostra cultura che sta diventando così, per il rifiuto del consumismo, per il rifiuto di questa globalizzazione che globalizza i principi, i prodotti e fa di ognuno di noi semplicemente dei consumatori.
Ecco un estratto di un docu-film a lui dedicato, all'interno del quale dà un chiaro messaggio ai giovani.

"E capisco che violenza genera violenza. se voi vivete in un mondo che sentite violento, reagirete con violenza. Lo capisco. Devo dire, negli ultimi trent'anni, non ho letto i vostri giornali, non ho visto la vostra televisione, non ho un telefonino, ho un modo diverso di comunicare per cui certo che sono diverso. Lo so, la vostra vita non è facile; voi avete il senso di essere isolati, che il mondo non è vostro. Certo che uno legge il corriere dello sport , perché quello di cui parlo gli pare un problema che non lo tocca. E' frustrato perché il mondo è di quegli altri: di quelli con la cravatta, di quelli che hanno il potere, di quelli che hanno i soldi. E lui si deve consolare con una piccola cosa: la sua amica, un viaggio al mare, una pizzettina. Il mondo è degli altri. 
E il mio messaggio ragazzi è questo: IL MONDO E' VOSTRO!Potete cambiarlo, non fatevi intrappolare in ruoli che non vi piacciono, perché si può fare l'avvocato, il medico, il giornalista, lo psicoanalista, il muratore, il fabbro... LO SI PUO' FARE AMANDO QUEL CHE SI FA. E si può in ogni professione: inventandosi un margine di personalità, FARLO CON PASSIONE E AMORE.Ve lo garantisco, l'ho fatto io ed è possibile per tutti.E il mio messaggio ragazzi è questo: IL MONDO E' VOSTRO!"
(Tiziano Terzani - Firenze 14 settembre 1939; Orsigna 28 luglio 2004)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Microrecensioni - Il cimitero misterioso

    Microrecensioni cimitero misterioso

    Questo racconto è leggermente atipico, nel senso che non rispetta i soliti canoni e le tempistiche classiche di un racconto breve. Leggere il seguito

    Da  Narratore
    CULTURA, LIBRI
  • Il Nobel e il monaco

    Nobel monaco

    Il giornalista Philippe Harrouard pone una domanda che riguarda il rapporto della nostra società con l’ecologia e i legami con la crescita della popolazione A... Leggere il seguito

    Da  Libereditor
    CULTURA, LIBRI
  • Il licenziato

    licenziato

    Il professionaleAvventure scolastichedi Ugo CorniaFeltrinelli pagine 127 € 11,00(disponibile in libreria)Un giovane professore, stanco del solito tran tran... Leggere il seguito

    Da  Luigiderosa
    CULTURA, LIBRI
  • Il pettirosso

    pettirosso

    Dei miei problemi con i nomi nordici, ho già parlato. Poi, non so, si ha l’impressione che i nordici siano così pochi che si siano, in passato, sposati tutti tr... Leggere il seguito

    Da  Annalife
    CULTURA, LIBRI
  • Conan il barbaro – il trailer

    Per ulteriori dettagli sul film: http://www.film.it/conan-il-barbaro Il trailer italiano del film "Conan il Barbaro (Conan the Barbarian)" di Marcus Nispel,... Leggere il seguito

    Da  Stefanodonno
    CULTURA, LIBRI
  • Il tunnel

    tunnel

    Tempo fa, un amico mi ha bonariamente ingiuriato perché avevo osannato le qualità di Sopra eroi e tombe, capolavoro di Ernesto Sábato e della letteratura... Leggere il seguito

    Da  Federicobona
    CULTURA, LIBRI
  • Sono il numero quattro: il film

    Sono numero quattro: film

    «Tre come lui sono già stati uccisi… Lui è il Numero Quattro» Titolo: Sono il numero quattro (I am number four) Regia: D.J. CarusoSceneggiatura: Alfred Gough,... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    CULTURA, LIBRI

Magazines