Magazine Italiani nel Mondo

Il nuovo papa

Da Marinachieri1
Il nuovo papa
Finalmente qualcosa si muove. Almeno domani inizia il conclave. Tra proclami di G, malattie di B, nascondimenti dell’altro B, qualcuno che fa qualcosa c’e’. Anche nel nostro condo: un signore ha scritto al management chiedendo conto della nuova procedura e soprattutto commentando una frase in cui il management si prodigava a ricordare che, nonostante la decalcomania, il deposito e lo spettro del clampling, comunque non si pigliava nessuna responsabilita’ per eventuali danni verificatisi alla tua macchina, regolarmente posteggiata in garage. E tale Anthony, che suona molto anglosassone, gli ha ribadito: ma se tu mi dici che declini qualsiasi responsabilita’ perche’ mai io devo rispettare la tua m…..a di procedura? E bravo Anthony, il mio idolo. Devo dire che anche Andre aveva predisposto un email piuttosto “strong”, con un contenuto analogo, da mandare al management, ma poi sono intervenuta io, da brava italiana, dicendo: ma lascia stare, non ti intromettere, che dopo ci rompono le palle perche’ Macchietta va in giro per i giardini altrui, e la proprietaria non ci rinnova l’affitto. Ma si' vedrai che qualche altro complain ci sara’. Ecco, tipico comportamento italico lo definirei (senz’offesa, eh). Pero’ c’ho visto giusto. Macchietta e’ salvo e il complain e’ fatto! Vabbe’ ma torniamo al conclave. Qui c’e’ grande fermento: sul web il cardinale papabile sembra essere il filippino. Ma vi immaginate la festa? A Singapore ci sono circa 156.000 filippini. Tutti in strada con le bandiere. La mia signora e’ gia’ in preghiera perche’ sia lui. Dai seriamente, ci vuole un papa asiatico. Qualcuno storcera’ il naso, ma l’Asia e’ un po’ caput mundi al momento. Magari non l’Asia cattolica, anzi no di certo, ma sempre di Asia si tratta. E poi sti poveri filippini: sono 100 milioni, con le pezze in qul posto, in un paese corrotto, il 10% ha dovuto emigrare. Mi sono documentata eh. In Italia sono 120.000, la maggior parte non hanno qualifiche, fanno i domestic helpers. E poi ci credono veramente. Qui a Singapore la maggior parte delle domestiche sono filippine, lavorano 6 giorni su 7, a volte anche 7 su 7, e cosa fanno nel giorno libero? Di sicuro vanno in chiesa: non solo alla messa, ma alla chiesa per fare attivita’, cantare, socializzare. La signora che viene da me va tutti i giovedi’ sera dopo il lavoro ad un gruppo di studio e preghiera sulla Bibbia. Tutti i giovedi’!! Dai se lo meritano. E poi sto tipo filippino e’ forte: ha 56 anni (e’ nato nel 1957, giovanissimo). Ha il suo profilo su twitter e su FB (127.000 hanno fatto like sulla sua pagina). Uno dei suoi ultimi tweet e’ stato: “Each day is a brand new opportunity to be Jesus in the world”. (Non sto a tradurre, e’ facile). Figo no? Si, si: forza vescovo Tagle. Speriamo che i signori del conclave siano un po’ meno conservatori del popolo italiano (1 su 3 ancora non me ne faccio una ragione!).  E da domani, BBC world a gogo per vedere le varie fumate (almeno quelle del mattino). Che poi non ho ancora capito come fanno a fare il fumo bianco e quello nero! Avranno qualche diavoleria chimica. Secondo me lo riescono a fare anche blu o giallo. Vabbe’ che vinca il migliore, ma noi qui si supporta Tagle!!
 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • 21.Il completamento

    21.Il completamento

    Fuori piove, scrivo dalla mia nuova postazione pc dalla quale so che germoglieranno alcuni semini insiti nella mia anima.Ieri abbiamo accompagnato un'amica in... Leggere il seguito

    Da  Chandy
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il primo “si” gay

    primo “si”

    Il primo matrimonio gay in Francia Il primo matrimonio gay in Francia si celebrerà domani, 29 maggio 2013, a Montpellier. Insieme da sette anni, Vincent e... Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il Ramadan nella Storia

    Ramadan nella Storia

    Da quando i musulmani del mondo intero sono entrati nella avventura del mese sacro del Ramadan, non è inutile ricordare che il digiuno, cuore pulsante di... Leggere il seguito

    Da  Paolo
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il bravo fornaio

    bravo fornaio

    E rieccoci. Gli appuntamenti col blog diventano sempre più rari e distanti l'uno dall'altro, ma siamo determinati a non lasciar perdere... Leggere il seguito

    Da  Giusibarbiani
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Il venditore di storie

    venditore storie

    – Jostein GaarderGià da piccolo lo chiamavano “il ragno” e, infondo, gli piaceva. Era nato per tessere, la tela s’intende. Ma Petter andava oltre. Leggere il seguito

    Da  Storiediritratti
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI, DA CLASSIFICARE
  • Il Giardino Zen

    Giardino

    Quando mio padre, Alfredo Nacci, scrisse “Giappone in Marcia”, ero davvero bambino. Ho voluto provare a leggerlo ma era, fin dalla prima pagina, talmente... Leggere il seguito

    Da  Federbernardini53
    CULTURA, ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • il sole di sponda

    Oggi ho provato per ben tre volte a scrivere un post, ma mi hanno sempre interrotto alla prima frase.Ora sembra io abbia tempo, ma sono le 17:55 e dopo una... Leggere il seguito

    Da  Albino
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI