Magazine Lifestyle

Il sesto senso…quando non serve!

Creato il 18 settembre 2015 da Morgatta @morgatta

Oggi si torna in radio…emozione, ogni volta è come la prima volta!!! Ore 18.20 con LaMario su M2O!!! Tutti avvisati…

Morgatta-Lo-Sa-(e-risponde)_03

“Ciao Morgatta, ti sei mai accorta che quando stai per lasciarli, loro lo sanno?“. Sei lì decisa , ti sei fatta tutti i tuoi discorsi, ti sei ripetuta le motivazioni, le frasi da dire, sei convinta e proprio in quel momento prima che tu riesca a verbalizzare…arriva il complimento, la frase tenera, la proposta affettuosa che ti riporta immediatamente indietro a quando le cose andavano bene e allora ti viene il dubbio, ti dici che forse un’altra chance se la merita, ti dici che forse è solo un momento negativo, ti dici che forse c’è ancora qualcosa di positivo su cui ricostruire la relazione. E rimonti sull’altalena in un oscillare di emozioni, alti e bassi, che più che una giostra è una montagna russa che provoca nausea e giramenti di testa. Io ormai sto imparando a capire che è la prova finale. Succede anche quando vuoi lasciare un lavoro, una casa, un progetto. Tipo: decidi di smettere di insegnare e ti arrivano proposte da tutte le parti, spesso più vantaggiose, magari richieste di amici e ti ritrovi subito a mettere in discussione le tue decisioni… Insomma, morale della favola, adesso non  stiamo proprio insieme, ci sentiamo tutti i giorni perché non lo voglio lasciare solo proprio ora che non è un bel periodo, però mi chiedo: ha potuto vivere più di 30 anni senza il mio aiuto, potrebbe fare a meno di me adesso? Cosa guadagno io a stare in questa situazione?

A presto, Lorella

Ah beh, che gli uomini a volte abbiano dei guizzi di lucidità e riescano a sentire il pericolo, un po’ come cavalli, cani e animali assortiti, non è una cosa che mi giunge nuova. Così come non mi giunge nuovo il comportamento di una donna che, nonostante sia decisa e risoluta (e anche intelligente, come credo tu sia, sulla fiducia), conceda seconde chance e ritorni quatta quatta sui suoi passi pur di non rompere l’equilibrio finora raggiunto. In ogni caso capita, io lo vedo come uno scherzo del kaz…karma, energia o quello che vuoi tu: una prova che scende dall’alto e colpisce ai fianchi per testare la reale convinzione di una scelta! Mi viene quasi spontaneo dirti che se stai continuando ad altalenare, coltivando questa simil-relazione-fuffa-che-però-ti-tiene-impegnata, vuol dire che non sei affatto convinta della tua scelta. O che sei stata colpita dalla stramaledetta sindrome della crocerossina (che forse è peggio, maledetta Candy Candy che ha rovinato diverse generazioni). Tornando alle tue domande: certo che può fare a meno di te, tutti possono fare a meno di tutti, ma è sicuramente più comodo per LUI sapere di averti ancora a disposizione, per una telefonata, per una serata, per una tromb…insomma, sapere che ci sei lo tranquillizza (ma la stessa cosa A TE dà ANSIA).  Quello che ci guadagni TU sono: giramenti di coglioni a profusione, tristezza, angoscia, attimi di felicità a tempo determinato (giusto quando tutto va bene), la vana sicurezza di avere una spalla sulla quale appoggiarti (ma che al momento opportuno si sottrarrà), l’idea di non essere sola (che questa solitudine spaventa sempre), la comodità di non dover ricominciare tutto d’accapo con qualcun altro. Dammi retta, a volte (cioè quasi sempre)…

posta1

Ignora il sesto senso e segui il tuo, di buon senso! O no? Voi che dite?!?

Il consiglio “musicale” è questo:

Ricordate che potete scrivermi anche voi: [email protected]!!! Ci sentiamo più tardi su M2O :)



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :