Magazine Media e Comunicazione

ilCriticone. La Narcotici di Raiuno

Creato il 18 gennaio 2011 da Iltelevisionario

Torna ilCriticone con l’analisi, presentata dalla nostra lettrice roberta, relativa alla nuova fiction di Raiuno “Caccia al Re – La narcotici”. Vi ricordo che potete lasciare la vostra personale critica e/o pagella su un programma televisivo scrivendo a ilTelevisionario tramite e-mail  (iltelevisionario@tiscali.it) oppure compilando il form presente nella pagina dedicata a “ilCriticone”.

ilCriticone. La Narcotici di Raiuno

Incomincia con il botto la nuova serie televisiva “Caccia al Re – La narcotici” in onda su Raiuno da domenica 16 gennaio, con circa 5 milioni 115mila telespettatori, appiccicati al televisore a scrutare il lato “oscuro” dell’interland romano. La serie, infatti, tratta in maniera molto cruda i temi della droga, dell’alcol e del giro di prostituzione adolescenziale, temi poco trattati nelle fiction italiane.

“Caccia al Re – La narcotici”  scruta posti indiscreti, mostra lati a volte sconvolgenti del mondo del narcotraffico che, come spesso accade, si intreccia con quello spensierato dell’adolescenza. Le scelte tecniche sono centrate al tema, i luoghi del narcotraffico sono boschi, fiumi, casolari, viene sfruttato il paesaggio naturale e ricercate caratteristiche particolari di ogni luogo. Un neo molto visibile della serie è il coordinamento tra il doppiaggio e la scena proiettata, sembra quasi di vedere i fuochi d’artificio e ascoltarne in seguito il rumore.

ilCriticone. La Narcotici di Raiuno

Per quanto riguarda le scelte artistiche, il cast è ricco di attori:

» Gedeon Burkhard, l’affascinante interprete del tanto caro “Commissario Rex”, che veste i panni del commissario Davide Piazza, personaggio forte e tenace nel cercare di frenare il flusso di droga che sconvolge la città e nel trovare l’assassino di sua moglie, e al tempo stesso premuroso nei confronti della figlia. L’esperienza attoriale di Burkhard dona spessore al personaggio;

» Stefano Dionisi, interprete della “Mal’aria”, è “l’ottavo re di Roma”, un personaggio complesso, consapevole della sua potenza, innamorato di una sola donna. E’ un personaggio controverso, trattenuto nei rapporti interpersonali. A rendere reale la vicenda dell’ottavo re è la bravura di Stefano Dionisi;

» Ricky Memphis, qui è il boss che aiuta l’ottavo re nel risolvere situazioni spiacevoli. Tolti i panni del poliziotto in “Distretto di Polizia”, Memphis indossa nuovamente quelli del cattivo;

» Raffaella Rea, protagonista di “Tris di donne e abiti nuziali”, interpreta il commissario capo, spalla femminile del vicequestore. Il suo personaggio introduce sensibilità, forza e passione alla serie;

» Bruno Conti, incontrato in “Romanzo Criminale”, veste i panni del cattivo. Il suo è un personaggio ironico ma cruento. La sua interpretazone è realistica all’inverosimile.

Voto complessivo sulla miniserie: 8.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :