Magazine Cucina

In onore di Melba

Da Aurore
In onore di Melba
Ecco un dessert rapidissimo e con una storia. La pesca Melba prende il nome della soprano australiana Nellie Melba, che aveva scelto questo nome d'arte in onore della sua città Melbourne. Il dessert fu inventato dal grande cuoco francese Auguste Escoffier, che di dessert ne ha inventati parecchi e ha lavorato ne più grandi hotel di lusso quali il Savoy, il Carlton, il Ritz. Il cuoco era un ammiratore della cantante e decise di preparare un dessert con gli ingredienti preferiti della Melba, pesche, lamponi e gelato alla vaniglia.  La ricetta che io presento è una variante: ribes al posto dei lamponi e assenza di mandorle.
In onore di Melba
INGREDIENTI
  • 4 pesche non troppo mature
  • zucchero q.b.
  • 200ml di succo ai frutti di bosco
  • 250 gr di gelato alla vaniglia
  • ribes rossi
Sbucciate e tagliate le pesche a fette grosse, disponetele in una padella con zucchero e succo ai frutti di bosco, lasciate cuocere a fuoco basso per 15 minuti. Preparate la coppa disponendo sul fondo due palline di gelato, poi le pesche, i ribes e lo sciroppo ottenuto dalla cottura.
In onore di Melba
In onore di Melba

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine