Magazine Famiglia

In response to...

Da Mamma Non Basta
@ Elena: mia cara ragazza, ieri sera il tuo commento al post precedente mi ha scatenato un turbinio di pensieri e si è aperta una diga che non sono più riuscita a fermare. E non solo per quel "ti voglio bene" che non mi arriva più da chi mi è vicino, ma da una persona come te, lontana centinaia di chilometri e che ha imparato a conoscermi negli ultimi mesi.
Non finirò mai di ripeterlo che l'amicizia virtuale è importante al pari di quella reale, nè quanto questo blog e i vostri commenti mi abbiano aiutata in quest'ultimo anno.
E anche cambiata, in alcune cose.
Avrei voluto scriverti una mail per risponderti, ma poi ho preferito "buttar tutto" in un post, così mi rimane più impresso.
Ecco, ora mi commuovo di nuovo ma ti voglio rispondere! Tu sai molto di me e credimi se ti dico che io non sono proprio il tipo che "rinfaccia", e se ho da rimproverargli qualcosa lo faccio sempre quando i bambini non ci sono o quando dormono. Per quanto mi sia sforzata di non coinvolgerli, nell'ultimo anno mi sono accorta di non esserci riuscita come avrei voluto. Ci sto ancora malissimo per questo! Ma loro recepiscono, non c'è niente da fare, si può solo cercare di spiegargli nel modo più semplice il perchè di alcune cose che accadono, anche quelle che noi non ci spieghiamo. Loro mi hanno vista star male, mi hanno vista saltare la cena per settimane...non ci vedono abbracciarci da mesi...lo sanno che qualcosa non va.
Però ti sbagli quando dici che lei a 7 anni non si accorge che in casa faccio tutto io, loro lo vedono eccome: mio marito li porta a scuola la mattina, gioca con loro la sera anche se è stanco morto, li coccola e li copre di baci, soprattutto la piccola (e non mi vergogno di dirti che per un periodo ho persino "invidiato mia figlia". E' allucinante ma è così. Ed è questo il motivo per cui non posso e non voglio fare nessun passo indietro.
Ne và della mia sanità mentale, credimi).
Io bado alla casa, faccio la spesa, fino allo scorso anno lavoravo pure, preparo il pranzo e la cena, li vado a prendere a scuola, li porto in piscina o a danza, poi li aiuto a fare i compiti, o li porto dagli amichetti, gli asciugo i capelli dopo la doccia (ora che sono grandi, prima gli facevo anche la doccia) e li metto a letto. Tutto questo senza mai pretendere un aiuto pratico da parte sua, che comunque lavora tutto il giorno.
Ma quando i bambini sono addormentati e restiamo soli pretendo un briciolo di considerazione o una parola affettuosa a prescindere da quanto ho "guadagnato" e a prescindere dalla "varietà del menu" a cena!!
E' facile pretendere la colf la mattina, la chef per i pasti, la tata il pomeriggio e la..."disponibilità la notte"!!
Per avere tutto questo bisogna essere disposti a dare...almeno qualcosina in cambio!
E non parlo di cose materiali, io non amo niente di materiale.
Io non ce la faccio più ad essere tutte quelle cose insieme...
Purtroppo sono solo una semplice moglie...
Punto.
Ps: ecco, mò mi sono sfogata...
Mi ascolto questa per copiare un pò...ma solo un pò... :-)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Nonni (troppo?) impegnati

    Nonni (troppo?) impegnati

    Eccoci agli sgoccioli delle vacanze e alcuni di noi sono tuttora rallegrati (?) dalla compagnia dei nipotini. Le mie piccole note rischiano di riuscire un po’... Leggere il seguito

    Da  Virginia Less
    BAMBINI, FAMIGLIA, SOCIETÀ
  • E alla fine è arrivato !

    alla fine arrivato

    L’attesa è finita, arrivato il tanto atteso royal baby! La brava kate sta bene ed il bimbo pure, devo dire che si è ripresa abbastanza velocemente e dopo due... Leggere il seguito

    Da  Noiduenelmondo
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Tata, portami l’ombra!

    Al parco c’è un bambino seduto sulla giostra con l’aria svogliata e un panino a metà strada tra il grembo e la bocca, ciondola un piede nel vuoto e sbuffa, e... Leggere il seguito

    Da  Andreapomella
    SOCIETÀ
  • Letture animate

    Letture animate

    Il calendario delle letture di Giungo 2013 e un grazie anticipato alla nostra squadra di lettrici, per questo mese tutta al femminile: Alessia, Michela, Giulia... Leggere il seguito

    Da  Latatagiulia
    BAMBINI, HOBBY, SOCIETÀ
  • Buon anniversario

    Un anno fa, in una bella mattina di marzo, mi schiantavo contro un'auto che, non rispettando lo stop, mi si era parata davanti mentre io andavo tutta... Leggere il seguito

    Da  Lanterna
    SOCIETÀ
  • Metafisica della convivenza.

    Ti ho detto che la bambina a scuola sono andata a prenderla io, io!, non la tata. Sono uscita anche prima da joga, per arrivare in orario. C'era la maestra che... Leggere il seguito

    Da  Gianlucaweast
    SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines