Magazine Società

Italia 150 - Lettera di un condannato a morte

Creato il 16 marzo 2011 da Mi7ch85
Italia 150 - Lettera di un condannato a morte

Dal Carcere, 22 dicembre 1944

Carissimi genitori, parenti e amici tutti, devo comunicarvi una brutta notizia.
Io e Candido, tutt'e due, siamo stati condannati a morte.
Fatevi coraggio, noi siamo innocenti. Ci hanno condannati solo perché siamo partigiani.
Io sono sempre vicino a voi.
Dopo tante vitacce, in montagna, dover morir cosí.
Ma, in Paradiso, sarò vicino a mio fratello, con la nonna, e pregherò per tutti voi. Vi sarò sempre vicino, vicino a te, caro papà, vicino a te, mammina.
Vado alla morte tranquillo assistito dal Cappellano delle Carceri che, a momenti, deve portarmi la Comunione.
Andate poi da lui, vi dirà dove mi avranno seppellito. Pregate per me.
Vi chiedo perdono, se vi ho dato dei dispiaceri.
Dietro il quadro della Madonna, nella mia stanza, troverete un po' di denaro. Prendetelo e fate dire una Messa per me. La mia roba, datela ai poveri del paese.
Salutatemi il Parroco ed il Teologo, e dite loro che preghino per me. Voi fatevi coraggio.
Non mettetevi in pena per me. Sono in Cielo e pregherò per voi.
Termino con mandarvi tanti baci e tanti auguri di buon Natale. Io lo passerò in Cielo.
Arrivederci in Paradiso.

Vostro figlio Armando
Viva l'Italia! Viva gli Alpini!

Armando Amprino, di anni 20 - meccanico - nato a Coazze (Torino) il 24 maggio 1925

Da "Lettere di condannati a morte della Resistenza"


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Dannata lettera b

    Dannata lettera

    Berlusconi e Black Bloc. Triste giornata il 14 dicembre per gli amanti della Democrazia.Andiamo con ordine.Capitolo Fiducia.Il Senato della Repubblica, come da... Leggere il seguito

    Da  Swelkor
    SOCIETÀ
  • Lettera di una manifestante

    Lettera manifestante

    Per 2 giorni non ho fatto altro che sentir parlare gli altri e vedere immagini che non mi son piaciute..quindi ora mi incazzo, tiro su le maniche e parlo io! Leggere il seguito

    Da  Farnocchia
    SOCIETÀ
  • Lettera a Babbo Natale

    Caro Babbo Natale,quest’anno ti chiedo di mettere sotto l’albero un’opposizione, perché quella che abbiamo non è tale, ma è solo una minoranza. Leggere il seguito

    Da  Patuasia
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Lettera a Babbo Natale

    Lettera Babbo Natale

    Caro Babbo Natale,per Natale non ti chiedo di eliminare i delinquenti che hanno spadroneggiato da sempre in questa città, ci stanno già pensando altri e lo... Leggere il seguito

    Da  Paplaca
    SOCIETÀ
  • Lettera dall’Argentina

    +++SOTTOSCRIVI IL “MANIFESTO DEGLI ESPATRIATI“+++ ABBONATI AL BLOG “LA FUGA DEI TALENTI”, CLICCANDO IN FONDO A QUESTA PAGINA! Riceviamo e pubblichiamo la letter... Leggere il seguito

    Da  Fugadeitalenti
    ITALIANI NEL MONDO, SOCIETÀ
  • Lettera al padrone Marchionne

    Caro Marchionne, lo so, è scandaloso che un uomo dichiaratamente di destra come me non si sia rallegrato del risultato a te favorevole del referendum al quale... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    LAVORO, SOCIETÀ
  • Lettera

    Bare italiane e bare americanedi Elisa MerloUn altro soldato italiano ucciso in Afghanistan. Presidente della Repubblica, ministri del Governo, non potreste... Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    SOCIETÀ

Magazine