Magazine Attualità

Jennifer Aniston in “Cake”, dal 7 Maggio nelle sale.

Creato il 07 maggio 2015 da Retrò Online Magazine @retr_online

Cake di Daniel Barnz uscirà il 7 maggio 2015. Nomination al Golden Globe per Jennifer Aniston come miglior attrice in un film drammatico.

Jennifer Aniston in Cake

Photo credit: http://flickr.com/photos/gdcgraphics/ / Best Modern / CC BY-SA

Cake è un dramma insolito e nel contempo audace. È stato accolto con entusiasmo al prestigioso Toronto Film Festival. Jennifer Aniston nel ruolo di protagonista si è rivelata una scelta vincente. Nella sua prima performance drammatica la carismatica attrice si dimostra all’altezza e va ben oltre le aspettative, finora sempre conosciuta dal pubblico per i suoi esilaranti ruoli in commedie brillanti.
In Cake la Aniston impersona un dolore. Un dolore cronico che le invade anima e corpo. Lo spettatore fin dai primi minuti avverte un senso profondo di disagio, quasi una repulsione per un personaggio così cinico e rabbioso. Viene catapultato nel mezzo di un’esistenza straziata, quella di Claire Bennett, di un corpo dilaniato da un terribile incidente a cui è sopravvissuta, ma che le ha causato un lutto terribile.

Ben presto però si inizia a compatire e a conoscere questa donna, le domande poste trovano man mano risposta con il procedere del film. Che è un percorso di crescita interiore, sospeso tra uno sforzo continuo da parte della protagonista di andare avanti e la tentatrice voglia di lasciarsi andare per sempre. Claire è sola, l’unica persona che si occupa di lei è la colf (Adriana Barraza, già fattasi notare in Babel, 2006).
Claire viene cacciata dal suo gruppo di sostegno, dopo un’inopportuna reazione allo scioccante suicidio di una componente del gruppo, Nina (Anna Kendrick). Ma il suo iniziale disinteresse per l’accaduto si trasformerà presto in un morboso attaccamento alla vita che questa sconosciuta ha così deliberatamente abbandonato. Il dolore di Claire si intreccerà inevitabilmente con quello del marito di Nina, Roy (Sam Wortinghton), e del loro figlio piccolo. Ella troverà una via d’uscita al dolore cronico, liberandosi dai fantasmi del suo passato, affrontandoli. E il perdono di se stessa, la rassegnazione all’inspiegabile crudeltà della vita, la forza di ricominciare daccapo, di disintossicarsi, sono i grandi messaggi che questo piccolo film riesce a trasmettere.

Tags:Cake,Golden Globe,Jennifer Aniston Next post

Articolo piu recente.

Related Posts

AttualitàPrima PaginaSocietà & Cultura

Golden Globe 2015: i vincitori


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog