Magazine Libri

L'allieva di Alessia Gazzola

Creato il 10 marzo 2011 da Fine
L'allieva di Alessia GazzolaTitolo: L'allieva
Autore: Alessia Gazzola
Editore: Longanesi
Collana: Nuova Gaja Scienza
pagine: 378
Trama
Alice Allevi è una giovane specializzanda in medicina legale. Ha ancora tanto da imparare e sa di essere un po' distratta, spesso sbadata. Ma di una cosa è sicura: ama il suo lavoro. Anche se l'istituto in cui lo svolge è un vero e proprio santuario delle umiliazioni. E anche se i suoi superiori non la ritengono tagliata per quel mestiere. Alice resiste a tutto, incoraggiata dall'affetto delle amiche, dalla carica vitale della sua coinquilina giapponese, Yukino, e dal rapporto di stima, spesso non ricambiata, che la lega a Claudio, suo collega e superiore (e forse qualcosa in più). Fino all'omicidio. Per un medico legale, un sopralluogo sulla scena del crimine è routine, un omicidio è parte del lavoro quotidiano. Ma non questa volta. Stavolta, quando Alice entra in quel lussuoso appartamento romano e vede il cadavere della ragazza disteso ai suoi piedi, la testa circondata da un'aureola di sangue, capisce che quello non sarà un caso come gli altri. Perché stavolta conosce la vittima.
Un estratto QUI
L'allieva di Alessia GazzolaL'autriceAlessia Gazzola ha 27 anni e vive a Messina. Nella vita è medico legale. L'allieva è il suo primo romanzo. La sua scrittura è sagace e fortemente cinematografica. Data la fortuna del genere, sia in letteratura che in campo televisivo (ricordiamo serie di grande successo come C.S.I, RIS-Delitti imperfetti, Bones), icuramente L’allieva sarà un titolo di grande successo e chissà che qualche regista non voglia prendere spunto dalla verve della protagonista per riempire le sale di spettatori entusiasti. Il fascino che la medicina forense esercita su un gran numero di lettori non è mai tramontato. La fortuna del genere è stata scritta dalle donne. Tess Gerritsen, Patricia Cornwell e Kathy Reichs sono solo i nomi più famosi. I loro personaggi hanno tratti inevitabilmente seriali e anche nell’Allieva la protagonista Alice Allevi ha tutte le caratteristiche per diventare un’eroina a cui il pubblico si affezionerà inevitabilmente.
RECENSIONE e PENSIERO
Ilromanzo è scritto in prima persona e la voce che ci accompagna inmodo sarcastico durante tutto il racconto è quella di Alice Allevi, una specializzanda in medicina legale un po' debole distomaco ma con un grande amore per il suo lavoro.Isuoi superiori non sono molto favorevoli a farle passare l'anno , quinascono le mille angosce che scombussoleranno la mente di Alice“Misento l'omino dell'Urlo di Munch, solo che tra queste quattro muranon posso nemmeno gridare”Oltreo questo disagio si aggiunge anche il fatto che mentre si reca sulluogo del crimine, con Claudio suo superiore e “amico” …anchecon lui i rapporti prima accettabili si incrineranno, avrà una brutta sorpresa; lei "conosce" la vittima....….Se chiedi aiuto a Claudio, lui è sempre ben lieto di aiutarti atrovare una corda per impiccarti....Duegrandi problemi attanagliano la mente di Alice, rischia di perdere un anno e il caso che sta seguendo non le dà tregua, né è completamente assorbita tanto da  farle commettere delle grosse imprudenze ! Come se non bastasse, alla lista si aggiunge anche una questione sentimentale.....

Aprimo impatto dico NO! In senso no come thriller, scontato ....Un caso facilissimo da intuire (forse perché ne ho letti tanti.... mah!)! 
Sebbene è un romanzo piacevole, io sinceramente non lo considero proprio un thriller, lo definirei più che altro una commedia romantica.A suo vantaggio posso dire che: il racconto è sviluppato in maniera allettante e non puoi fare a meno di continuare a leggere, più che altro per le questioni di cuore della protagonista (ben più interessanti che il resto della storia).
I personaggi sono bendelineati e coloriti, ognuno di loro ha una propria personalità, a me è piaciuta molto l'amica Silvia (fredda e determinata) e la coinquilina Yukino (allegra e spensierata). 
Consigliatissimo a chi vuole farsi un po' di risatespensierate e godersi un bella storia d'amore; ma se cercate un thriller con suspance purtroppo lo sconsiglio!



Vi lascio con il booktrailere....



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog