Magazine Bambini

La fede

Da Mammapiky @mammapiky
LA FEDEAlla mia fede io ci tengo. E' una meravigliosa certezza in mezzo ad un esistenza dubbiosa e da quando il Principe me l'ha messa al dito, la indosso con orgoglio. 

"La vogliamo in oro bianco, forma classica e possibilmente economica" abbiamo detto al gioielliere e mi ricordo che erano tutti lì desiderosi di regalarcele per quello che era considerato il matrimonio dell'anno (il Principe e Piky si sposavano e nessuno ci credeva!)... ma noi no, ce la siamo voluta donare da soli, reciprocamente e con quella ci siam promessi la vita. Va beh comunque, sentimentalismi a parte, io alla mia fede ci tengo, mi piace mostrarla, guardarla e toccarla, sarà anche un simbolo come dicono in molti, ma per me è il simbolo di qualcosa di bello e di toglierla non se ne parla.

Banca. Fila. Già queste due parole da sole hanno il potere di decidere le sorti di una giornata, figuriamoci se c'è pure uno che ti passeggia sui piedi mentre tiene un comizio di cui non si sentiva l'esigenza. Non è un voler origliare ma dal tono di voce sembra voler parlare al mondo intero e comunque a me piace ascoltare la gente che ho intorno perché mi da una percezione in più di dove vivo e lui sta per svelare uno dei misteri dei templari, silenzio per favore e prestate attenzione, allora: 

"Io no, Io la fede non la porto, e sai perché? Per PRIN - CI - PIO!!" ... e spiega tutto accompagnando le parole a eloquenti gesti della mano (pollice e indice della mano destra a toccare che perseguono movimenti verticali ritmati da altezza fronte ad altezza mento). Il principio è questo e riporto la tesi per intero e per come l'ha illustrata il "maestro": se il maschio porta la fede al dito, la femmina marca il territorio, (tipo il cane che fa pipì sui cespugli per intenderci) e con il potere dell'anello, comunica alle altre femmine della stessa specie, di stare alla larga. "Se ti metti la fede al dito caro mio, loro si sentono sicure, farti indossare l'anello è come se ti mettessero un guinzaglio capito?" ( e qui torna prepotentemente l'analogia con il povero cane!) "invece se non si sentono sicure, sono più concentrate su di te e non ti tradiscono". Hai capito la volpe!!! Riepilogando: lui non porta la fede perché è così innamorato da aver paura che lei lo tradisca e lo lasci. Quindi se c'è una colpa qui, non è sua ma di quella screanzata della moglie!L'amico lo guarda, un po' perplesso a dire il vero, ma in linea di massima sembra essere d'accordo con lui e aggiunge una serie di credenze popolari per cui ci sarebbero uomini che non porterebbero la fede per allergia al metallo e altri addirittura perché il datore di lavoro glielo avrebbe vietato!

Finalmente la fila si sblocca e la cassiera fa passare avanti, il cliente che ha finito si gira, è un vecchietto di quelli che portano ancora il cappello, ha il bastone in mano e uno zainetto Invicta sulle spalle, un po’ nonno è un po’ bambino, si guarda intorno e con passo un po’ traballante si avvicina ai due, infila il bastone sotto braccio e gli mostra la mano: "La vedi questa?"(indicando la fede), "è oro finto perché non potevamo mica permettercela ai miei tempi" e continua " però io la lucido tutte le mattine e sembra vera". 

Poi ha ripreso il bastone e se ne andato ed io, lo dico alla Forrest Gump, "Non ho altro da aggiungere su questa faccenda!"


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines