Magazine Talenti

La fine di un viaggio, ma un'altra meta nel cuore

Da Giulietta88
La fine di un viaggio, ma un'altra meta nel cuore
In queste settimane senza il mio blog mi sono rilassata molto e sto davvero bene. Ho capito delle cose che ora cercherò di spiegare anche se la quantità di pensieri che vorrei trasmettere è decisamente superiore alla mia attuale capacità comunicativa.
Quando è nato questo spazio, quasi tre anni fa, pensavo che sarebbe stato facile mantenerlo nel tempo. All'inizio ero una semplice sconosciuta del web, ma poi condividendo e conoscendo altri blogger ho cominciato ad avere più successo. Tanti lettori, tanti commenti, tante visualizzazioni. Negli anni ho passato crisi, delusioni, felicità e chi mi segue da un po' lo sa bene quante volte mi sono dovuta rialzare o quante volte ho urlato la mia gioia al mondo intero. Scrivendo mi sono liberata e ho scoperto dentro di me una passione meravigliosa.
Circa un anno fa avevo fatto un tentativo su Wordpress per distinguere le mie poesie dalla mia vita privata ma il progetto era fallito miseramente. Non riuscivo a scrivere su altre piattaforme se non qui su Blogger. All'inizio credevo che fosse una bella cosa, che questo legame fosse sintomo di un sentimento positivo, ma se ci ripenso adesso devo dire che non ho più la stessa opinione.
Il fatto di "dipendere" dal blog non mi entusiasma per niente, anzi. Non desidero affatto che la mia scrittura dipenda dallo schermo di un computer o dai commenti positivi e negativi che ricevo. Voglio cominciare ad essere più matura, a scrivere ovunque senza condizionamenti di qualsiasi tipo. L'appoggio degli amici è stato fondamentale perché mi ha dato quel coraggio in più che mi serviva per mettermi in gioco. Adesso mi sento una persona totalmente diversa.
Qualche settimana fa ho scritto una poesia dedicata a mio nonno e l'ultima volta che l'ho letta ho pianto senza ritegno. La cosa che mi rende più felice è proprio il fatto di averla scritta indipendentemente dal blog, solo per me stessa e per mio nonno. Ed è su questa strada che voglio continuare. Scrivere le mie emozioni senza il pensiero fisso del pubblicare a tutti i costi, dei commenti, dei giudizi. Scrivere per il piacere di farlo e di sentirmi bene. Condividere si, perché l'arte non vive senza condivisione, ma con più semplicità e molte meno complicazioni.
Ho aperto il mio cuore in questi anni... mi sono sviscerata, confidata, appoggiata al web per risolvere problemi personali. E' stata una vera e propria cura per me. Sono cresciuta, ho fatto diversi errori e ho cercato di imparare sempre qualcosa di nuovo. E' stata un'esperienza incredibile non c'è che dire.
Ho iniziato questa strada all'inizio dell'università e intendo chiuderla adesso che sono arrivata al mio traguardo. E' come se fino ad oggi avessi pedalato con l'aiuto delle rotelline come quando ero una bimba e cercavo di andare in bicicletta. Adesso sento che le mie gambe sono più sicure e due ruote bastano e avanzano.
Non cancellerò questo blog perché resta una parte importante di me, ma diventerà chiuso al pubblico. Non posso più cambiarlo, sono io che voglio cambiare aria. Non desidero più scrivere della mia vita perché non ne sento più il bisogno. Mi sono sfogata abbastanza e ora vorrei dare minor peso alla condivisione sfrenata sul web. La Pantera racchiude troppe sensazioni sia positive che negative per ricominciare da zero... è giusto che resti così com'è. Per questo il tentativo di Wordpress ha ripreso vita e ora finalmente può tornare allo scoperto. Sono pronta per affrontare una nuova sfida.
Ho conosciuto delle persone splendide nel corso di quest'avventura e mi impegnerò per mantenere vive le amicizie incontrate lungo il mio cammino! Vorrei ringraziare tutti i blogger che nel tempo si sono aggiunti a questo blog e mi hanno seguita con passione. Cosa importante è che non smetterò di seguirvi, anzi! Ho deciso di segnarmi tutti gli indirizzi dei blog che amo per poterli leggere come sempre... Non ci rinuncerò. Detto questo d'ora in poi mi troverete sul web solo su Wordpress. Il mio sarà un portfolio poetico nel quale pubblicherò - se, come e quando vorrò - le mie poesie e le riflessioni in campo puramente didattico/culturale. Le mie emozioni saranno visibili solo in versi. Chi vorrà contattarmi per qualsiasi motivo potrà farlo per mail a questo indirizzo: [email protected] 
Arrivata alla fine di questo lunghissimo post devo dire che è davvero triste dire addio alla Pantera! Non so nemmeno come si fa a dire addio ad un blog... però sono felice per quello che è stato e per quello che mi aspetta...
Punto d'Inchiostro


CIAO! :)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazine