Magazine Cinema

La fuga - Delmer Daves (1947)

Creato il 27 luglio 2012 da Lakehurst
(Dark passage)
Visto in Dvx, in lingua originale sottotitolato in spagnolo.
La fuga - Delmer Daves (1947)Un uomo condannato di uxoricidio fugge dal carcere e viene accolto dalla sexy Lauren Bacall che semplicemente lo crede innocente, poi l’uomo fugge di nuovo da un amico, incontra un tassista connivente che lo porta da un amico chirurgo che gli fa una pesante operazione di chirurgia plastica per farlo assomigliare a Bogart. Tornato dalla Bacall (perché era un peccato lasciarla da sola) dovrà affrontare un ricattatore che sa tutto di lui e pure la donna che durante il processo fu una veemente accusatrice…
Che film improbabile, parte con 30 minuti buoni di soggettiva per non mostrare mai il volto del protagonista (che comunque si vede in foto poco dopo), ottenendo l’irritante effetto straniante del contemporaneo “Una donna nel lago”. Poi ci sono altri 30 minuti buoni in cui Bogart recita con il viso coperto dalle garze e senza parlare mai. Solo nell’ultima mezzora Bogart fa la sua comparsa in maniera totale…
Che dire, le scelte stilistiche sono contestabilissime e rendono il film più gravoso di quanto non sarebbe stato altrimenti, ma la trama è pure sofferente di una certa indecisione di genere, il film parte come un dramma da camera su di un uomo innocente perseguitato dal destino (una sorta di film alla Fritz Lang, ma all’acqua di rose) per poi sfociare in un noir vero e proprio.
A mio avviso il film soffre tantissimo di queste scelte opinabili e il vero motivo di interesse per guardarlo oggigiorno è la coppia Bogart-Bacall per la terza volta insieme; tutto il resto è un pesante tributo all’incertezza (con alcune buone idee).

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La mafia

    di Dale Zaccaria La mafia pervade tutto oramai. Non è più un fatto sociale, politico, economico, è un processo culturale. Anche gli stessi ambienti letterari... Leggere il seguito

    Da  Peppinoimpastatoproject
    CULTURA
  • La strada

    strada

    Giacomo Balla, Ritratto di Benedetta MarinettiC’è una strada che passa attraverso la donna e che porta ad un lontanissimo cancello, in fondo, laggiù, da cui si... Leggere il seguito

    Da  Odio_via_col_vento
    ARTE, CULTURA
  • La telecrazia

    telecrazia

    Nell’articolo “La nuova editoria”, apparso nella pregevole rivista on.line “scrivendovolo” a firma di Daniele Dell’Orco il 13 maggio appena scorso, editoria,... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI
  • La Perdita

    Perdita

    Non so se mi ero innamorata di te.Mi innamorai però di altre cose, lo so: di una stanza scomoda rivolta a nord, di una teiera che crepitava di sera. Degli alber... Leggere il seguito

    Da  Lulu
    CULTURA, LIBRI, POESIE
  • La seduzione.

    seduzione.

    Film del 1973 con Lisa Gastoni, Maurice Ronet, Jenny Tamburi e Pino Caruso.Giuseppe (Maurice Ronet), ormai divenuto famoso giornalista, torna nella natìa Sicili... Leggere il seguito

    Da  Nazionalpopolare70
    CULTURA, SOCIETÀ
  • La piega...

    Ciao a tutti voi carissimissssssssimisssssssssssssssimi amici miei…!!! Come state??? Procede bene questo vostro venerdì??? E’ caldo anche lì da voi??? Qui a... Leggere il seguito

    Da  Paperottolo37
    CULTURA, LIBRI, RACCONTI
  • La mattanza

    Era la prima cosa che Francesca pensava quando si metteva con qualcuno E poi, come lo lascio? Per questo non s’era messa con Antonio, troppo possessivo e... Leggere il seguito

    Da  Viadellebelledonne
    CULTURA, LIBRI

Dossier Paperblog

Magazines