Magazine Lifestyle

La mia colazione da Tiffany

Creato il 29 gennaio 2011 da Giulietta88
Attenzione: questo post è di svacco totale, non parla di argomenti elevati ma quasi solo di cazzabubbole, per cui chi non è interessato può anche fare a meno di leggere. 
La mia colazione da Tiffany
Ultimamente sto scoprendo il piacere di vestirmi in modo diverso. Forse sto cambiando. Anzi, io sto cambiando, punto. Mi sono anche fatta la frangia ai capelli. Si si, devo dire che questo è decisamente un periodo di cambiamenti, è come se mi stessi rinnovando. Sono sempre stata un tipa da jeans, maglietta e scarpe da ginnastica e lo sarò sempre, ma da un po' di tempo mi piace anche essere più femminile soprattutto quando esco il sabato sera. Sarà perché man mano che passa il tempo mi sento più donna, non lo so. Sarà perché quando mi vesto in modo elegante la mia autostima cresce. So che sembra una cazzata e forse lo è, ma per me è molto importante sentirmi bene sia dentro che fuori. Sono cresciuta con un milione di complessi, però ho sempre cercato di nascondere la mia fragilità... volevo apparire forte e sicura di me e lo voglio anche oggi. Incasso i colpi e vado avanti. Cerco di disinteressarmi di ciò che pensa la gente ma è molto faticoso perché fin da piccola desideravo essere accettata dagli altri, quindi l'opinione altrui mi fa sempre un po' paura.
Alla fine però ho capito che la cosa più importante è accettarsi così come si è, pregi e difetti. Ognuno ha le proprie piccole insicurezze, basta imparare a conviverci. Quindi, stavo dicendo, vestirmi in un certo modo mi fa sentire più sicura, anche se fatico ad abituarmi ad uno stile che non è di certo quello solito.
La mia colazione da TiffanyLa parola chiave è scarpe: con un paio di sneakers sono una nana, con un paio di scarpe col tacco divento alta e slanciata. Che male però!! Dopo qualche ora con i tacchi i miei piedi sono da buttare. Maledetta comodità... è proprio vero che "chi bella vuol apparire deve soffrire". Però però.. la settimana scorsa mi sono vestita talmente bene che guardandomi allo specchio subito non mi sono riconosciuta. Avevo un bellissimo paio di scarpe nere con il tacco alto, una minigonna in pelle e una camicia bianca con sopra un maglioncino grigio. Sembravo un'altra persona. Di sicuro non ero io. Vestita così mi sentivo più una donna che una ragazza. La cosa più bella comunque è stato lo sguardo del mio ragazzo quando mi ha vista, perché mi ha fatto sentire la persona più bella di questo mondo. Diciamo che mi ha divorata con gli occhi. Una piccola cosa come questa mi è bastata per far crescere in modo esponenziale la mia autostima che è schizzata alle stelle! Così ho deciso che qualche volta non sarebbe poi tanto male cambiare look e azzardare un pochino... oggi infatti sono andata a comprare un altro paio di scarpe decisamente bellissime e altamente pericolose. I miei poveri piedi hanno fatto una piccola smorfia di dolore ma non importa, si abitueranno!
Ecco, avevo solo voglia di esternare questi miei insignificanti pensieri perché comunque fanno parte di me e di quello che mi passa per la testa. Mi scuso per l'inutilità del post ma quando ci vuole ci vuole! ah ah ah.
Giulia

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine