Magazine Cucina

La mia cremosa carbonara

Da Sorelleinpentola
La mia cremosa carbonara
 Non vorrei sembrare presuntuosa o sentirmi superiore ai maestri di questo piatto della tradizione romana ma dopo anni di prove, posso con onestà affermare che anche io so fare la carbonara. Direte: e che ci vuole?
Vi assicuro che le ricette più semplici sono anche le più difficili da eseguire in modo perfetto. E poi ognuno ha il suo ingrediente segreto. E qual'è il segreto per una Signora Carbonara? La cremosità.
Molte volte si trovano uova strapazzate con la pasta, altre volte composti immangiabili e insapori. Ma trovare il proprio modo, la propria versione magari cambiandola di tanto in tanto in base agli ingredienti in casa o alla stagione è  davvero soddisfacente.
Oggi ho voglia di condividere con voi il mio modo di prepararla.
Siamo in luglio e mi rento conto che avreste voglia di qualcosa di fresco e leggero ma la pasta alla carbonara, come piatto unico credo sia sempre un buon motivo. Non credete?
Siete curiosi? Mi seguite in cucina?
La mia cremosa carbonara
Ingredienti per 4 persone affamate
400 gr di pasta ( spaghetti, maccheroni, mezze maniche o sedanini)
4 uova fresche
2 fette di guanciale tagliate spesse
1 bicchiere di vino bianco
olio evo
1 spicchio d'aglio
2 cucchiai di formaggio grana
2 cucchiai di pecorino romano
sale e pepe
Portate a bollore l'acqua della pasta. Nel frattempo in una padella fate rosolare poco olio evo con uno spicchio d'aglio, che conferirà gusto, e il guanciale a cubetti. Fate dorare e sfumate con un bicchiere di vino bianco. In una ciotola sbattete le uova con sale, pepe e formaggi grattuggiati.
Quando la pasta sarà cotta, dopo 7 minuti, versatela nella padella con il guanciale. Togliete lo spicchio d'aglio.
Amalgamate la pasta e spegnete la fiamma. A questo punto versate il composto di uova e formaggio sulla pasta aggiungendo un po' d'acqua di cottura. Saltate velocemente affinchè le uova si fondano tra la pasta assieme al guanciale e servite subito in tavola.
La mia cremosa carbonara

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines