Magazine Cucina

La vita segreta dei ragni

Da Labalenavolante

16300706618_174824e9d7_k

Forse sarebbe ora di parlare del mio libro, visto che ormai mancano pochi giorni all’uscita nelle librerie.. lo farò, presto, ma intanto devo condividere con voi una scoperta di cui non posso non parlare qui: la vita segreta dei ragni!
Come per alcuni altri animali (non molti per la verità), pensavo di averne soggezione, finchè qualcosa non è arrivato a farmi cambiare idea. In questo caso, un libro.

la-vita-segreta-dei-ragni

Anni fa avevo timore dei topi, chissà perchè poi… comunque è successo a un certo punto che una convivenza forzata con un ratto in Grecia mi ha aperto un mondo, tanto che mi ci sono pure affezionata, gli ho dato un nome, Omero, ed è persino diventato il protagonista di un racconto per bambini che ho scritto qualche tempo dopo. Era un animaletto abitudinario e metodico, infatti si presentava sul balcone della casina dove vivevo col mio compagno ogni giorno alla stessa ora, di sera. Il primo incontro mi ha causato un certo scombussolamento. Era il primo topo con cui avevo un contatto ravvicinato nel ‘mio’ territorio.  Ho passato due giorni tappata in casa a controllare ogni fessura. La notte sognavo topi che entravano calandosi dal soffitto stile Matrix, topi che danzavano in una rivisitazione psichedelica di Fantasia Disney, vortici caleidoscopici di topi che si muovevano come campioni di nuoto sincronizzato, fluttuando in aria. Poi ho deciso che forse era l’occasione per allargare il mio cerchio empatico. Omero aveva le sue preferenze in fatto di cibo, infatti certe cose le snobbava, altre le apprezzava molto. Un giorno è sparito, e ho sentito molto la sua mancanza, ma mi piace pensare che una volta finita la sua missione di addomesticamento della sottoscritta abbia trovato qualcun altro con cui fare amicizia!

Anni dopo mi è successa la stessa cosa con api, scarafaggi, scimmie. Animali di cui avevo timore e con cui ora sento di poter condividere molto, che ho imparato ad osservare, conoscere e con cui sono entrata in sintonia.  Con le scimmie ad esempio. Durante un viaggio in India in cui sono dovuta rimanere diversi giorni tappata in casa causa dissenteria, ho avuto modo di fare amicizia con una numerosa famiglia di questi animali. A proposito ho trovato un buffissimo video di questa esperienza, lo condivido qui con voi.. non fate caso alle mie scarse doti da cameraman!!!

http://www.labalenavolante.com/wp-content/uploads/2015/07/video_scimmie.mp4

Ecco chi si è finito tutta la mia mela…

scimmia

Il libro di cui vi accennavo, piacerà tantissimo agli amanti dei ragni, ma soprattutto agli aracnofobi, perchè sono certa, dopo averlo letto cambieranno senz’altro idea.

Mirella Delfini, l’autrice, ci porta nella vita segreta di questi minuscoli esserini, dotati di un fine orecchio per la musica, capaci di costruire casette subaquee, zattere per pescare sui fiumi, macchine per volare; ragni in grado di catturare le prede al lazo, correre alla velocità di un metro e mezzo a secondo rotolando su se stessi, Salticidi più colorati dei colibrì.

Un viaggio avventuroso, di grande rigore scientifico e allo stesso tempo divertente ed emozionante, che riesce a portare il lettore in un ambito forse conosciuto solo a pochi specialisti.

Il libro si legge tutto d’un fiato, ed è un misto tra fiaba e realtà che può piacere ed emozionare a ogni età, proprio come l’incanto di ammirare una tela di ragno dopo la pioggia, capace di restituire arcobaleni, resistere alla pioggia nonostante sia delicatissima, imperlata di goccioline che diventano collane di gemme.

14994353742_8c5ee97d4f_k

E voi, che rapporto avete con i ragni? C’è qualche animaletto con cui sentite difficoltà ad entrare in empatia?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La Cicerchiata

    Cicerchiata

    Praticamente identica agli strufoli napoletani , La Cicerchiata è un tipico dolce generalmente preparato nel periodo di carnevale , ma non solo , riconosciuto... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La Mandorla

    Mandorla

    è il seme commestibile del mandorlo, il cui nome specifico è Prunus amygdalus, una pianta appartenente alla stessa famiglia del pesco, le rosacee: è alta circa... Leggere il seguito

    Da  Una Favola In Tavola
    CUCINA, RICETTE
  • La Pignoccata

    Pignoccata

    Conosciuta anche come pignolata , La Pignoccata è un tipico dolce del carnevale siciliano costituito da tanti piccoli gnocchetti dolci che dopo esser stati... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La sola, la tradizionale, l’antichissima Polenta!

    sola, tradizionale, l’antichissima Polenta!

    La Polenta, Pietro Longhi (1701-1785) . Ecco un alimento, a base di farina di cereali, conosciuto da sempre dagli abitanti delle regioni settentrionali, che... Leggere il seguito

    Da  Patiba
    CUCINA, RICETTE
  • La mosa e la trisa

    mosa trisa

    La mosa (la trisa)La mosa e la trisa....Sinonimi? Così pare anche se secondo alcuni una veniva preparata con farina gialla mentre l'altra con quella bianca. Leggere il seguito

    Da  Yrma
    CUCINA, RICETTE
  • La Focaccia Di Carnevale

    Focaccia Carnevale

    Tipica del salento , dove è meglio conosciuta come ” fucazza de carnuale ” ,  La Focaccia Di Carnevale è una sorta di torta salata tipica del periodo... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE
  • La Trippa Alla Genovese E La Sbira

    Trippa Alla Genovese Sbira

    Anche se può sembrar strano uno dei cibi più caratteristici della cucina di Genova è proprio la trippa , principalmente preparata in due versioni molto simili... Leggere il seguito

    Da  Damgas
    CUCINA, RICETTE