Magazine Europa

Le Canarie in pillole, le sette isole

Da Davideciaccia @FailCaffe

L’arcipelago delle Canarie gode di bellissimi paesaggi e della magnifica aria dell’oceano Atlantico ma le cose da scoprire non finiscono mai!

(leggi la prima parte)

di Federica Laterza

Buenavista, costa orientale di Tenerife, è il panorama di cui possono godere i giocatori di Golf del vicino, immenso, campo.

Buenavista, costa orientale di Tenerife, è il panorama di cui possono godere i giocatori di Golf del vicino, immenso, campo.

Le isole maggiori sono 7: Tenerife, la “mia” isola, la più variegata, se così si può dire; Gran Canaria, la più globalizzata; Fuerteventura, un enorme deserto di dune e spiagge infinite; Lanzarote, con le sue casette basse e bianche, la terra rossa ed il verde dei cespugli; La Gomera, un’ isola incantata con i suoi 2000 abitanti; El Hierro e La Palma, ricoperte di foreste e quasi incontaminate;  e numerose isolette da visitare in mezza giornata, a piedi o in bici.

Vulcani in ogni dove, in primis il Teide, a Tenerife, la vetta più alta di Spagna e la cima più alta di tutto l’Atlantico; è il terzo più grandevulcano del mondo dalla sua base, nonché uno dei vulcani attivi più alti del Continente Africano. Insomma, per gli amanti della natura questo è un piccolo paradiso!

Ci sono persone che non si sono mai e dico mai allontanate da queste isole, un po’ per paura di prendere un aereo, un po’ perché, nate e cresciute qui, non sentono il bisogno di nient’altro. A me in tutta sincerità è come se mancasse l’aria, non potrei vivere tutta la vita in questa sorta di pseudo-immobilismo. Si vive bene, questo è certo, si respira aria pulita e ricca di iodio, ovunque volgi lo sguardo ti scontri con l’azzurro del mare e di un cielo dai colori vivi, la gente è di una gentilezza e disponibilità tali da destabilizzarti, tutto costa meno e non sei costretto a fare il cambio di stagione due volte all’anno. Però rimangono pur sempre isole, lontane da tutto.

Delle sette isole ne ho visitate quattro:

Comida Canria, papas arrugadas, batatas (patate dolci), mojos rojo y verde canarios, vino tinto.

Comida Canria, papas arrugadas, batatas (patate dolci), mojos rojo y verde canarios, vino tinto.

Tenerife: meravigliosa isola piena di vita, c’è tutto ciò che se possa desiderare. Non manca l’avventura e gli sport estremi, la tranquillità di un Mojito sulla spiaggia, le visite culturali ai piccoli e caratteristici paesini di montagna o in riva al mare, i prelibati Guachinche (sorta di ristoranti semiabusivi) dove si può assaporare la vera cucina canaria, quella della nonna. I tramonti in riva al mare e l’alba dall’alto del Teide, a circa 3.700 metri sul livello del mare, seduti nella neve e respirando aria ricca di zolfo. Le escursioni nelle foreste di montagna, prima di tuffarsi nell’acqua cristallina e rinfrescante.

Fuerteventura: il paradiso dei surfisti; infinite spiagge di sabbia bianca e sottile, silenziose, pacifiche. Ovunque guardi è sabbia, dune, mare, cielo. E così torni un po’ bambino e ti ritrovi a rotolare giù dalle dune più alte riempiendoti di sabbia.

Lanzarote: rossa, bianca e verde, dove si incontrano spiagge piccole e deserte, cuevas vulcaniche sotterranee con laghi salati all’interno,miradores dai quali il tuo sguardo si perde in un’infinita distesa azzurra e cristallina disseminata di puntini verdeggianti, parchi naturali tra cui il parco vulcanico de la Timanfaya.

Gran Canaria, che a primo impatto sa molto di California. Pensavo non mi sarebbe piaciuta, ma è impossibile che non ti piacciano queste isole. Paesaggi da toglierti il fiato, spiagge paradisiache, scalate, pace.

Sicuramente tornare alle Canarie è in cima alla “Lista delle cose da fare prima di morire”, in fin dei conti mi mancano tre isole da scoprire!

Cofete, la Playa Sonada; spiaggia di difficile accesso, sabbia dorata, un paradiso vergine poco frequentato, Fuerteventura sud.
Cofete, la Playa Sonada; spiaggia di difficile accesso, sabbia dorata, un paradiso vergine poco frequentato, Fuerteventura sud.
Iglesia de San Jhuan, nel paesino di Areucas, creata sullo stile della Sagrada Familia di Barcellona
Iglesia de San Jhuan, nel paesino di Areucas, creata sullo stile della Sagrada Familia di Barcellona
Dettaglio di una casetta sul porto di Agaete, nord-ovest di Gran Canaria
Dettaglio di una casetta sul porto di Agaete, nord-ovest di Gran Canaria

Nei pressi del Lagp Verde, El Golfo de Lanzarote
Nei pressi del Lagp Verde, El Golfo de Lanzarote
Punta Papagayo, sud di Lanzarote, parco naturale dai bellissimi colori, assolutamente da vedere!
Punta Papagayo, sud di Lanzarote, parco naturale dai bellissimi colori, assolutamente da vedere!
Santa Cruz de Tenerife in festa
Santa Cruz de Tenerife in festa


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :