Magazine Opinioni

Le Foibe, l’ Olocausto e il relativismo della memoria.

Creato il 09 febbraio 2014 da Catreporter79

Le Foibe, l’ Olocausto e il relativismo della memoria.

La schizofrenia etica come baricentro dell’analisi politica e storica.

Anni fa ebbi modo di confrontarmi con un profugo istriano (era originario di Capodistria), il quale, a proposito della tragedia delle Foibe e del conseguente esodo dei nostri connazionali, raccontava come il suo disappunto fosse indirizzato non già a quella porzione della sinistra negazionista che non ricordava e non voleva ricordare, quanto a quella destra che ricordava e voleva ricordare. Secondo l’uomo (un centrista conservatore), la destra offendeva il ricordo degli infoibati e dei profughi istriani, dalmati e giuliani, più di quanto non facessero i neotitini, facendo un uso del tutto strumentale dell’eccidio, adoperato come contrappeso morale alla barbarie nazifascista e brandito come vessillo politico e ideologico. La memoria, secondo l’anziano, veniva quindi svuotata di qualsiasi elemento morale , per diventare il punto d’entrata di un’iniziativa di tipo squisitamente tattico e strategico. Il portato fattuale e documentale avvalora, a parere di chi scrive, la tesi in questione, perché se da un lato le destre ricordano l’agonia degli italiani in quelle terre del nostro Est (già severamente provate dall’occupazione austriaca) scagliandosi contro i contenuti del negazionismo più improbabile perché più ideologico , dall’altro vi è la tendenza a minimizzare, se non proprio a giustificare, i molti orrori commessi in Italia da chi invece combatteva sotto le insegne del Nazismo e del Fascismo. Ecco che la rimozione, il “benaltrismo” ed il revisionismo, anche in questo caso astorico, occupano la scena , spazzando via quelle coordinate etiche apparentemente tanto salde nell’analisi e nella narrazione della tragedia istriana (la recente indignazione per il trattamento riservato alla salma di Erich Priebke , uccisore di centinaia di civili italiani inermi, si staglia quale esempio paradigmatico di questa schizofrenia critica). Già terreno di scontro diplomatico e politico (gli Usa imposero all’Italia democristiana il silenzio sulle Foibe per non urtare i rapporti con il “dissidente” Tito, all’epoca visto come un possibile grimaldello per scardinare il blocco socialista), il dramma dei nostri connazionali uccisi al confine jugoslavo si è trasformato anche in un terreno di confronto e di scontro ideologico, nel quale la doppia morale si posiziona, ancora una volta, come l’atomo primo della speculazione teorica e come chiave di lettura delle incongruenze dello storicismo partigiano. Di nuovo, in poli più antitetici dell’universo politico si dimostrano accomunati dalla propensione al fideismo ideologico irrazionale, sovrapposti e sovrapponibili nella loro insatbilità etica e critica come teroizzato dal sociologo e politologo Moisey Ostrogorsky.

“Io non scordo”. Dipende



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Le vacanze

    vacanze

    11/8/13 – Seconda mattina di vacanza. Ieri dormito quasi tutto il giorno; sul letto la coperta a fiorami e la finestra socchiusa immaginavo di coltivare un... Leggere il seguito

    Da  Foscasensi
    CULTURA, TALENTI
  • Le parole

    Fin da piccola ho amato l'alfabeto, le lettere, a differenza dei numeri che mi sono sempre apparsi freddi, misteriosi e spesso incomprensibili.... Leggere il seguito

    Da  Barbie68
    DIARIO PERSONALE
  • Le commesse

    commesse

    3 cose da dimenticare - (tutti i santi mercoledì) British School, The Woman Shopkeeper 1. Commessa number ONE, negozio di abbigliamento, periodo di... Leggere il seguito

    Da  Odio_via_col_vento
    ARTE, CULTURA
  • Le deviazioni

    deviazioni

    Le ciabatte opposte Cara Antonia, le ciabatte ritratte nell’immagine campeggiavano essattamente nel modo che vedi su sbiadite strisce pedonali. Non ho resistito... Leggere il seguito

    Da  Lepiumedoca
    DA CLASSIFICARE
  • Le Canarie in pillole, le sette isole

    Canarie pillole, sette isole

    L’arcipelago delle Canarie gode di bellissimi paesaggi e della magnifica aria dell’oceano Atlantico ma le cose da scoprire non finiscono mai! (leggi la prima... Leggere il seguito

    Da  Davideciaccia
    EUROPA, VIAGGI
  • Curare le vene varicose e le varici

    Curare vene varicose varici

    Pianta e frutto di RuscusIl disturbo colpisce soprattutto i capillari e le vene degli arti inferiori, il Rusco ha ottime proprietà vasoprotettrici. Leggere il seguito

    Da  Enrico74
    SALUTE E BENESSERE
  • Le indemoniate

    indemoniate

    Esplosiva, ambigua, certamente. Libera, indubbiamente. Iconica, sicuramente. Inizia il secolo; Tamara de Lempicka, la splendida polacca oscilla sinuosa tra una... Leggere il seguito

    Da  Lundici
    ARTE, CULTURA, PER LEI, PITTURA