Magazine Pari Opportunità

Linguaggio sessista in un giornale quotidiano

Da Marypinagiuliaalessiafabiana

Su facebook è stato segnalato un articolo di cronaca che mostra un linguaggio vergognosamente sessista. IL quotidiano sotto accusa è il corriere adriatico.

Linguaggio sessista in un giornale quotidiano

Adesso ci facciamo una domanda: E’ legale umiliare una donna con i classici discorsi da bar?
Se un linguaggio gender-friendly fa parte della deontologia giornalistica, perchè alcuni quotidiani tendono a violarla?

Linguaggio sessista in un giornale quotidiano

Un trattamento simile è riservato anche agli uomini?
Certo che no, infatti la discriminazione sta nel diverso trattamento, spesso umiliante che viene riservato alle donne, descritte come oggetti sessuali e con aggettivi volgari, come quelli che ogni tanto sentiamo al bar. Se sei donna sei umiliata se sei donna, ricca che delinqui ancora peggio. E’ triste che un quotidiano utilizzi un linguaggio discriminante nei confronti di una giovane donna.

Adesso trasformiamo l’articolo utilizzando linguaggio razzista, per vedere se l’effetto è uguale.

PADOVA (3 maggio) – Nero come il carbone e con dei tratti da scimmia. Incarnava, al volante di una Ferrari F430, il classico negro che vedete spesso vendere alle bancarelle. A bloccare l’incivile sono stati, l’altra notte, i carabinieri della compagnia di Padova. L’hanno beccata in zona Noventa Padovana a due passi dalla discoteca “Showroom”, completamente ubriaca.

Il ‘muso nero’ ventottenne è risultato positivo all’alcoltest. Avrebbe bevuto fino a tre volte il limite consentito per legge, con circa 1,21 grammi di alcol per litro di sangue. I militari dell’Arma, anche se a malincuore, sono stati costretti a denunciare a piede libero per guida in stato di ebbrezza lo straniero S.P. residente a Vigonza e titolare di un’autonoleggio nella Capitale. Al giovane è stata sospesa anche la licenza di guida.[..]

Possiamo notare che l’effetto è lo stesso ma mai nessuno per fortuna adotterebbe un simile linguaggio. Ci chiediamo perchè il sessismo ancora non viene trattato alla pari di una sorta di razzismo.Proviamo adesso con la versione omosessuale:

PADOVA (3 maggio) – Alto, moro ed effemminato. Incarnava, al volante di una Ferrari F430, il classico ‘ricchione’ che si vede spesso nei film americani. A bloccare tanto ibrido sono stati, l’altra notte, i carabinieri della compagnia di Padova. L’hanno beccato in zona Noventa Padovana a due passi dalla discoteca “Showroom”, completamente ubriaco.

Il ‘finocchio’ ventottenne è risultato positivo all’alcoltest. Avrebbe bevuto fino a tre volte il limite consentito per legge, con circa 1,21 grammi di alcol per litro di sangue. I militari dell’Arma, anche se a malincuore, sono stati costretti a denunciare a piede libero per guida in stato di ebbrezza il romano S.P. residente a Vigonza e titolare di un’autonoleggio nella Capitale. Al giovane è stata sospesa anche la licenza di guida [...].

Anche in questo caso abbiamo un linguaggio che per fortuna la stampa non usa mai. Ovvio che il linguaggio che ho usato è a scopo dimostrativo e non sono pensieri miei ma vengono da stereotipi utilizzati da razzisti ed omofobi. Giusto per farvi vedere che è come il razzismoe l’omofobia.

E’ intolleranza, odio,misoginia, perchè donna, perchè la ferrari la guidava lei e non il fidanzato che l’avrebbe portata in giro come un trofeo, come l’immaginario comune si aspetta e perchè ubriaca, tutti motivi considerati intollerabili se sei donna e quindi la stampa si sente legitimata ad umiliarla e farla passare come un oggetto solo perchè l’opinione pubblica la vuole così.
Non è la prima volta che i media umiliano le donne, diffondendo messaggi che sono pericolosi per l’affermazione sociale delle donne.

Io al giornale scrivo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

COMMENTI (1)

Da  Sabrina2007
Inviato il 26 maggio a 13:16
Segnala un abuso

mi chiedo se certe persone sono iscritte all'albo dei giornalisti:(((