Magazine Cultura

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon

Creato il 26 maggio 2014 da Monica Spicciani @monicaspicciani

  • Titolo (A - Z)
  • Titolo (Z - A)
  • Pubblicati (dal più recente)
  • Pubblicati (dal più vecchio)
  • Giudizio (Più alto)
  • Giudizio (dal più basso)
  • Aggiunti (Più recente)
  • Aggiunti (dal più vecchio)
  • Finiti (dal più recente)
  • Finiti (dal più vecchio)
Copertina di Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark HaddonLo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark HaddonLo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark HaddonLo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark HaddonLo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark HaddonTroppa matematica
Quando mi trovo davanti spiegazioni matematiche o qualcosa che gli assomigli il mio cervello automaticamente chiude le persiane perchè sa che comunque nulla di ciò che gli si para innanzi potrà entrare dentro di lui e convincerlo su qualcosa; per cui in questo libro si parte male, molto male.
In diversi mi avevano consigliato di leggerlo ma sinceramente non posso dire che mi sia piaciuto; ci sono passaggi molto carini che offrono una visione alternativa delle cose attraverso gli occhi del protagonista affetto da Sindrome di Asperger, ma ce ne sono altrettanti un po’ fiacchi a mio avviso. Se poi ci mettiamo i vari giochetti e ragionamenti di logica e matematica che mi mandano in tilt ecco fatto che il libro mi cola a picco. Nell’insieme non è brutto ma non certo un capolavoro della narrativa tale da giustificare cotanta nomea, probabilmente il suo maggior pregio è il richiamare l'attenzione su una problematica poco conosciuta ma diffusa più di quanto si creda: la sindrome di Asperger.
Consigliato a chi legge poco per la facilità di lettura o ad un adolescente per il tema trattato. 
Citazione:
"Penso che le persone credano nell'aldilà perchè detestano l'idea di morire, perchè vogliono continuare a vivere e odiano pensare che loro simili possano trasferisrsi in casa loro e buttare le loro cose nel bidone della spazzatura."

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines