Magazine Altri Sport

Londra 2012: cerimonia di chiusura e cinque medaglie azzurre nel giorno finale

Creato il 13 agosto 2012 da Postscriptum

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara
Con la Cerimonia di chiusura si conclude la XXX Olimpiade dell’era moderna, Londra saluta i Giochi. Per l’Italia cinque medaglie nel giorno conclusivo di gare e piazzamento eccellente in classifica.
 

Il direttore musicale David Arnold, compositore, con il coreografo Kim Gavin , con set di Es Devlin, hanno creato uno spettacolo che fosse molto british e che rappresentasse moda, letteratura, cultura, stile, arte, design e musica. Molto colorato e giovane l’esibizione della prima parte, con il prato dell’Olympic Stadium trasformato in una passerella a forma di Union Jack, una rappresentazione della City, The Tower of London, il London Eye, poi Winston Churchill che appare dall’alto e guarda il movimento di mezzi e uomini sotto di lui. Molto informale rispetto alla cerimonia di apertura, segno della tranquillità degli organizzatori, che adesso hanno concluso il lavoro di anni. E, ovviamente, arriva la musica! Sono 30 Hit della British Music, un omaggio a John Lennon con “Imagine”, poi a Freddy Mercury. Musiche aperte ancora dalla meravigliosa Emily Sandè, poi appare Annie Lennox, i Muse, George Michael, Fatboy Slim, Jesse J, i Take That, i Who e tanti altri cone i Beady Eye e le Spice Girls con Victoria Beckham, Geri Halliwell, Emma Bunton , Melanie B e Melanie C davvero incredibili come presenza sul palco, forse da rivedere voce e esecuzione. Che sia il prennuncio di una seconda reunion?
Le parole di Jacques Rogge, Presidente del Cio, e del Comitato Organizzatore di Londra che ha presentato il Comitato di Rio De Janeiro 2016, l’ingresso delle squadre nazionali, con Daniele Molmenti a portare il tricolore, lo spegnimento del braciere segnano la conclusione dell’Olimpiade.

L’ultimo giorno di gare ha però regalato due medaglie d’argento e tre di bronzo all’Iitalia, che chiude ottava con 28 Medaglie. Certo, molta delusione, in particolare per il Settebello, sconfitto in finale del torneo di pallanuoto dalla Croazia di Ratko Rudic 8-6. Il c.t. Sandro Campagna comunque può essere soddisfatto dei suoi ragazzi, che hanno iniziato male il torneo e andati a migliorare, e dopo il Mondiale 2011 conquista l’argento olimpico.
Partita cominciata bene, con il 2-0 iniziale di Gallo e Felugo. Stefano Tempesti para tutto per diversi minuti, la Croazia non riesce a sfruttare le situazioni di parità e superiorità numeriche. Ma accorcia 2-1. Rudic sistema la difesa, punto di forza croato, che chiude bene e sfrutta il fisico dei giocatori che sovrastano gli azzurri, che perdono la velocità del primo periodo, unico modo di superare l’avversario. In breve tempo, la Croazia va 3-2 anche con gol in superiorità numerica, a differenza dell’Italia, che comunque pareggia con Felugo all’inizio del terzo quarto, ma la Croazia regge dietro ed è più veloce in attacco, dove i nostri sono indotti al fallo grave; il terzo periodo è 5-3 Croazia. La quale nel quarto tempo controlla e va 7-3, non concede nulla dietro e punisce l’Italia che si butta in avanti e fatica a rientrare bene dietro adesso.  L’8-4 è realtà, l’Italia chiude in avanti e con Giorgetti, Presciutti e Felugo alleggerisce il punteggio ma non la delusione. Argento che comunque serve a dare continuità al Mondiale, adesso due Mondiali e due Europei devono condurre al meglio a Rio de Janeiro.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

La delusione, anzi lo scippo, che ha subìto Roberto Cammarelle è forse peggiore. Il Campione Olimpico 2008 dei supermassimi del pugilato affrontava il britannico Anthony Joshua, che spinto dalla gente di casa inizia bene, ma Cammarelle già nella prima ripresa aggiusta il tiro e va 6-5. Dritto, montante, gancio, tutti i colpi sono mostrati da Cammarelle, che nella seconda ripresa domina ma non è molto premiato dalla giuria, che lo valuta 7-5, quanto basta per andare 13-10. Cammarelle cerca di spingere anche nella terza ripresa, ma Joshua spinto dal pubblico comincia ad attaccare, mai pulito e molto a vuoto, ma fa tanto movimento. Cammarelle ha forse il problema di non riuscire a chiudere sempre, ma l’avversario non va quasi mai a segno. La ripresa si chiude, e immotivatamente, sembra, il pubblico esulta. Il verdetto è infatti 8-5 per Joshua e 18-18! Assurdo, peggio ancora la vittoria a preferenza assegnata al britannico, che scippa il titolo a Cammarelle, per un accampato pretesto che Joshua ha piazzato più colpi(?) durante il match. Insomma, vittoria che più immeritata non c’è, e non perché ha perso un nostro atleta, ma da sportivo dico che non si possono vedere ancora queste cose. Ma bravo e grazie comunque, Roberto Cammarelle.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

Chi chiude bene, certi di aver portato a casa il miglior risultato possibile, è la Nazionale di pallavolo maschile, che si sbarazza 3-1 della Bulgaria con i parziali 25-19; 23-25; 25-22; 25-20 e conquista la medaglia di bronzo nella finale per il terzo piazzamento. Il c.t. Mauro Berruto può essere contento dei ragazzi, che hanno finito benissimo, forti in battuta con Savani e Zaytsev, bene in palleggio e ricezione con Giovi, e bravi in attacco e a muro con Mastrangelo, Travica e Lasko e anche Birarelli, insomma nei fondamentali che hanno mandato fuori giri la Bulgaria.  Il torneo è vinto dalla Russia, che batte in rimonta il favoritissimo Brasile 3-2, coi parziali di 19-25; 20-25; 29-27; 25-22; 15-9, dopo che i verdeoro in vantaggio di due set sprecano due match ball nel terzo set e subiscono la rimonta degli avversari poi implacabili alla fine.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

Medaglia di bronzo anche dalle ragazze della ginnastica ritmica, terze dietro a Russia e Bielorussia. Gara, purtroppo come accade molto di frequente, decisa dalla giuria, che premia in modo eccessivamente di parte le russe, che hanno tecnica ma poca sincronia e eleganza, anche a causa della scelta di musica sia nell’esercizio con la palla che in quello con 3 nastri e 2 cerchi, inadatta in tutto. Le ragazze italiane invece, perfette in tecnica ed esecuzione nell’esercizio con la palla, hanno una piccola imprecisione con i natri e i cerchi nel secondo esercizio. Le Campionesse Mondiali però finiscono bene, ma alla Giuria basta per farci sopravanzare dalla Bielorussia, tecnica sufficiente ma poco del resto. Russia Oro con 57.000, Bielorussia Argento con 55.500 e Italia terza con 55.450. E’ comunque una gioia che cancella la delusione di Pechino 2008, ma l’Oro era quello che meritavano le farfalle italiane davvero.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

Quinta Medaglia di oggi, a sorpresa, quella di Marco Aurelio Fontana nella Mountain Bike, prova Cross Country. Bronzo per lui dietro al ceco Jaroslav Kulhavy e allo svizzero Nino Schurter. Circuito veloce e duro da ripetere 7 volte per 35km di corsa, tra piccole salite, sterrato e ciottoli. Dopo le prime fasi, vanno via in sette, che poi saranno cimque e a metà percorso tre, i migliori oggi, proprio Kulhavy, Schurter e Fontana. Che vanno via e conducono on testa, quando a 3km dall’arrivo Kulhavy e Schurter staccano Fontana, il quale riesce a riportarsi coi due, ma in un rettilineo pieno di ciottoli perde la sella, che si spezza in modo incredibile davvero: Fontana deve alzarsi sui pedali e controllare dietro, che assurdo destino. Intanto Kulhavy batte Schurter in volata, mentre Fontana chiude terzo. Ma bravo comunque.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

Gli Stati Uniti vincono il Torneo di basket e battono la Spagna in finale 107-100. Partita equilibrata, chiusa da Kobe Bryant, Kevin Durant, LeBron James, Chris Paul, Carmelo Anthony ma pure Kevin Love e James Harden e altri solo nel finale, di fronte ad una Spagna attenta e precisa. Ma le stelle sono incredibili.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

La maratona è stata vinta dall’ugandese Shephen Kiprotich in 2h08’01” davanti ai keniano Abel Kirui a 25” e a Wilson Kiprotich, keniano, a 1’25”. Gara condotta in modo magistrale dal vincitore, che ha attaccato e controllato al momento opportuno.

Londra 2012: Cerimonia di chiusura dell’Olimpiade, e cinque medaglie azzurre nel giorno finale di gara

Una bella impresa.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog