Magazine Società

Lotta alla malaria – La vaschetta antimalaria di Schietti

Creato il 28 agosto 2012 da Tnepd

Lotta alla malaria – La vaschetta antimalaria di Schietti

Lotta alla malaria – La vaschetta antimalaria di Schietti

Ciao a tutti, come va?

Dopo il Motore di Schietti, la Serpentina di Schietti, il Denaro elettronico con scadenza e tante altre invenzioni, ecco a voi il mio metodo per ridurre del 50% l’incidenza della malaria.

Le zanzare si riproducono in acqua stagnante.

E’ sufficiente preparare vaschette di acqua stagnante in cui le zanzare vadano a deporre le uova.

Una volta ogni 2-3 giorni l’acqua nelle vaschette automaticamente viene svuotata, o bollita, od ozonizzata e sostituita con altra acqua stagnante tenuta di scorta in un contenitore irraggiungibile dalle zanzare.

La vaschetta sarebbe alimentata con corrente elettrica ed avrebbe una normale presa della corrente, oppure avrebbe batteria e pannello solare.

Può essere pensata a forma di lampioncino in abbinata all’illuminazione pubblica o privata. Evidentemente in un villaggio anche isolato con il motore di Schietti si potrebbe mettere l’illuminazione pubblica e su ogni lampione mettere la vaschetta di Schietti

Nella versione più economica richiederebbe semplicemente ogni 2-3 giorni di essere svuotata e sostituita con un’altra vaschetta riempita di acqua stagnante. La vaschetta vuota poi verrebbe lavata, lasciata al sole qualche giorno e poi riutilizzata.

Un abbraccione e tutti, non fate troppi figli siamo già in 7 miliardi, non c’è cibo, spazio, risorse per tutti,  e se non ve li toglie la malaria non serve eccedere perchè se no poi ve li toglie la fame.

Ricordatevi le mie 7 proposte al governo mondiale, il senso della vita è aiutare gli altri e diventare sempre più saggi.

Domenico Schietti

 

Lotta alla malaria – La vaschetta antimalaria di Schietti

Ps:  per dare un’idea, un pipistrello che va di moda in Italia con le casette, al massimo mangia qualche centinaio di zanzare a notte, mentre una serie di vaschette possono eliminare milioni di uova nel corso della stagione. Certamente si può mettere anche qualche casetta di pipistrello vicino ai centri abitati e sicuramente l’effetto combinato dovrebbe essere ottimo perchè le zanzare non si spostano di oltre 50-100 metri. Però non si possono mettere migliaia di casette per km2, se ne può mettere qualcuna, mentre vaschette se ne possono mettere tante, semmai di quelle economiche svuotate da personale apposito.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine